Dove leggo la saga di Wizards of Mickey? La guida definitiva

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on telegram

Era il tempo delle leggende, dei maghi e degli eroi...”, era tempo di fare un po’ di ordine! All’alba del nuovo millennio, il genere fantasy era al suo picco massimo di popolarità: giustamente la redazione di Topolino non volle perdere un’occasione simile. Lo sceneggiatore Stefano Ambrosio e il disegnatore Marco Ghiglione idearono così Wizards of Mickey, serie fantasy che si potrebbe definire longeva a dir poco.

Come ogni grande Saga che si rispetti, anche Wizards of Mickey ha conosciuto nel corso degli anni numerose edizioni speciali, varie raccolte con racconti inediti, volumi cartonati e, soprattutto, un’impressionante quantità di episodi, caratteristica che può intimidire coloro che non seguono la serie dal principio e vorrebbero recuperarla. Siamo qui per aiutarvi in questa ricerca.

Che siate apprendisti lettori o esperti stregoni, tracceremo insieme le avventure del trio magico formato da Topolino, Paperino e Pippo, dalle Origini sino alle storie tutt’ora in corso, districandoci nella saga fantasy Disney più longeva di sempre.

Wizards of Mickey
Cover del primo numero della collana Fuoriserie dedicata a WoM. Disegni di Vitale Mangiatordi

Potrebbe interessarti anche: Dove leggo PK? La guida definitiva

Wizards of Mickey: in principio vi era un drago…

La Saga di Wizards of Mickey ha debuttato sulle pagine del settimanale Topolino, annunciandosi ai lettori con una copertina quanto mai particolare. Nessun personaggio Disney, se non una piccola silhouette del nostro Mickey in versione stregone nel titolo della testata; un grosso simbolo stampato in rilievo – un drago dorato attorcigliato – che sovrastava la scritta Wizards of Mickey, su uno sfondo monocromatico simile al cuoio.

Era il 10 ottobre 2006, e in edicola con il numero 2654 usciva il primo di 55 episodi principali, seguiti da altri 12 pubblicati nella collana Topolino Fuoriserie. Oltre a questi, nell’arco di 15 anni uscirono 5 storie brevi, 5 racconti spin-off dedicati al personaggio di Gambadilegno, 6 storie autoconclusive da 1 tavola e 2 vignette a tema per la serie Che aria tira a…

Per non parlare dei numerosi gadget, approfondimenti, concorsi e le sopracitate ristampe! Per analizzare questa immensa produzione nel dettaglio, è opportuno procedere con calma: addentriamoci senza più alcun indugio in questa guida definitiva.

Avviso al lettore: le prime tre parti di questo articolo approfondiranno le vicende editoriali della Saga; in questo contesto, saranno citati tutti i numeri di Topolino su cui è avvenuta la pubblicazione originale delle storie. La quarta parte dell’articolo, invece, sarà dedicata solo ed esclusivamente alle ristampe.

Wizards of Mickey
Le diverse versioni delle copertine con il simbolo per eccellenza di Wizards of Mickey. In alto a sinistra la cover di Topolino 2654, alla sua destra la cover variant di Topolino 3302, in basso a sinistra la cover variant del primo numero della ristampa Legendary Collection e alla sua destra la vista frontale del cofanetto della Legendary Collection.

Potrebbe interessarti anche: TEST: A quale team di stregoni di Wizards of Mickey appartieni?

PRIMA PARTE: Pubblicazioni su Topolino Libretto – Primo Ciclo

Prima Serie: Wizards of Mickey – Le origini

Wizards of Mickey – Le origini, la serie da cui tutto è partito, conta 10 episodi pubblicati su Topolino 2654-2663 dal 10 ottobre al 12 dicembre 2006. Questa prima parte della Saga racconta le avventure del giovane apprendista stregone Mickey, conosciuto ai più come Topolino, allievo del saggio Nereus.

Per recuperare il Diamagic della Pioggia sottratto dal mago Gambadilegno durante un momento di assenza del maestro, Topolino si recherà a GrandHaven, città in cui conoscerà Pippo, Paperino e il draghetto Fafnir. Insieme formeranno un team, i Wizards of Mickey, per poter partecipare al Grande Torneo. I loro obiettivi inizialmente diversi andranno a convergere, facendoli divenire presto un trio indissolubile, autentiche leggende del mondo magico.

Lo sceneggiatore Stefano Ambrosio dà vita alla sua creatura fantastica grazie a un foltissimo team di disegnatori, grazie ai quali ogni episodio presenta una personalissima interpretazione e arricchimento grafico. Le storie, interamente sceneggiate da Ambrosio, vengono pubblicate secondo questo ordine:

  • Il grande torneo, disegnata da Lorenzo Pastrovicchio e pubblicata sul numero 2654
  • La palude dei dolmen, disegnata da Marco Gervasio e pubblicata sul numero 2655
  • ll segreto della Grande Corona, disegnata da Marco Palazzi e pubblicata sul numero 2656
  • Luna Diamante, disegnata da Alessandro Perina e pubblicata sul numero 2657
  • Il pozzo dei draghi, disegnata da Marco Mazzarello e pubblicata sul numero 2658
  • Streghe a palazzo, disegnata da Vitale Mangiatordi e pubblicata sul numero 2659
  • Il Drago di Ferro, disegnata da Lorenzo Pastrovicchio e pubblicata sul numero 2660
  • Gli scacciamostri, disegnata da Alessandro Pastrovicchio e pubblicata sul numero 2661
  • Il ritorno di Macchia Nera, disegnata da Marco Gervasio e pubblicata sul numero 2662
  • Lo Stregone Supremo, disegnata da Marco Palazzi e pubblicata sul numero 2663
Wizards of Mickey
Litografia delle Origini con il team Wizards of Mickey, il team Magma Fire e Macchia Nera – Lucca Comics&Games 2006 – autori: Marco Ghiglione e Massimo Rocca

Dal numero 2657 al 2662 viene distribuito pure un gadget in 6 parti: il Castello dello Stregone Supremo. Trattandosi del primo gadget della serie Wizards of Mickey, la sua uscita in edicola viene anche annunciata con uno spot costruito su misura da Tortuga Comunicazione. Tutta la Saga è promossa da un’importante campagna pubblicitaria e di marketing, presente su mezzi cartacei, televisivi e digitali, tanto da poter vantare un vero e proprio trailer a essa dedicata.

Con il numero 2663 troviamo invece in allegato il Drago di Ferro, il mezzo di trasporto (e occasionalmente compagno di battaglie) favorito dal team.

Il Drago di Ferro insieme a Topolino Stregone

Seconda Serie: Wizards of Mickey – L’età oscura

La seconda serie è spesso ritenuta la migliore della Saga: i personaggi, l’ambientazione e le dinamiche, elementi ormai ben noti al pubblico, possono essere approfonditi ed esplorati secondo prospettive inedite, in particolare seguendo una linea più cupa. Soprattutto il personaggio di Topolino attraversa diverse fasi emotive che danno grande spessore a un personaggio troppo spesso giudicato “perfettino”. Il suo percorso personale diventa una vera “storia dentro la storia”: benché non sia un’idea del tutto nuova, la sua versione oscura resterà tra gli ingredienti principali del successo di Wizards of Mickey.

Alla sceneggiatura troviamo sempre Stefano Ambrosio, nuovamente accompagnato da un cast corale di disegnatori che con la loro personale sensibilità aggiungono valore ad ogni singolo episodio. La trama può essere divisa in due sezioni principali.

La prima vede Topolino, in veste di Stregone Supremo, cedere ai consigli del Guardiano Ombra della Corona e al peso della responsabilità della sua carica. Il mago compierà scelte estreme, spingendosi ad annunciare un nuovo Torneo tra Maghi. Così fomenterà nuovamente ostilità e bramosia. La seconda parte della storia, conseguente ai nefasti avvenimenti della prima, è caratterizzata da una doppia ricerca da parte dei WoM: i maghi dovranno trovare l’acqua della fonte di Oberon per risvegliare Minni, caduta in un sonno catatonico, e i cinque pezzi dell’Armatura degli Antichi Re per contrastare il risveglio dei Draghi Antichi.

Wizards of Mickey
Topolino in versione oscura – Artwork di Marco Palazzi

I dieci episodi che costituiscono la serie, sempre a cadenza settimanale, vengono pubblicati su Topolino 2680-2689 dal 10 aprile al 12 giugno 2007, in quest’ordine:

  • Il torneo dello Stregone Nero, disegnato da Marco Palazzi e pubblicato sul numero 2680
  • Il grande tradimento, disegnato da Alessandro Perina e pubblicato sul numero 2681
  • Il giorno senza sole, disegnato da Roberto Vian e pubblicato sul numero 2682
  • La furia dei draghi, disegnato da Lorenzo Pastrovicchio e pubblicato sul numero 2683
  • Il labirinto delle cascate, disegnato da Alessandro Pastrovicchio e pubblicato sul numero 2684
  • Le chiavi stregate, disegnato da Vitale Mangiatordi e pubblicato sul numero 2685
  • Il guardiano delle tenebre, disegnato da Francesco D’Ippolito e pubblicato sul numero 2686
  • Il bastione del drago, disegnato da Alessandro Perina e pubblicato sul numero 2687
  • I corni di Oggoth, disegnato da Alessandro Perina e pubblicato sul numero 2688
  • Ritorno a casa, disegnato da Lorenzo Pastrovicchio e pubblicato sul numero 2689

Con il numero 2682 viene lanciato il gioco di carte collezionabili Wizards of Mickey (WOM GCC), ideato da Andrea Chiarvesio in collaborazione con Stefano Ambrosio e illustrato dai fumettisti dell’Accademia Disney, tra cui Marco Ghiglione, Massimo Rocca e Fabio Pochet. Il gioco riscuote un grande successo di pubblico e critica, venendo premiato all’edizione 2008 di Lucca Comics&Games con il premio Best of Show in qualità di miglior gioco collezionabile. Allegato a Topolino 2682 troviamo il mazzo da 80 carte, il tabellone-torneo e il foglietto di istruzioni.

Con il numero 2686 invece è allegato il Drago Rocknar insieme al padrone Macchia Nera.

Potrebbe interessarti anche: Le 10 migliori storie di Wizards of Mickey

Wizards of Mickey
A sinistra manifesto pubblicitario per il Gioco di Carte Collezionabili di Wizards of Mickey, a destra il gadget del drago Roknar e del perfido Macchia Nera

Con il numero 2683 assistiamo invece a un evento più unico che raro: a seguito di un concorso bandito sul numero 2664, (Casting Wizards of Mickey), che prevedeva la creazione di una squadra di avversari per il mitico trio, la lettrice e vincitrice Chiara R. di Legnano (MI) viene “paperizzata” ed inserita nell’episodio “La furia dei draghi” non come semplice apparizione, ma come vero e proprio personaggio fondamentale per lo svolgimento della trama, ovvero Lady Claire.

Anche L’età oscura venne pubblicizzata con un trailer ad hoc e sostenuta da una grossa campagna di marketing.

Terza Serie: Wizards of Mickey – Il male antico

Con la terza serie avviene il primo cambiamento importante a livello di pubblicazione e gestione della saga. Gli episodi diminuiscono a 6, e vengono pubblicati in tre parti dal 19 febbraio 2008 al 27 gennaio 2009. Anche in virtù di questo lungo arco temporale, è possibile per Lorenzo Pastrovicchio disegnare tutte le storie – tranne la prima, a cura del fratello Alessandro – fornendo alla serie un’identità grafica e stilistica che contribuirà a una maggior continuità visiva.

In questa serie, dopo aver affrontato i Draghi Antichi, i Wizards of Mickey dovranno fronteggiare numerose minacce risalenti alla Prima Era della Magia: la misteriosa e malvagia Gilda dei Diafani, il risveglio della primordiale creatura Mirmidon – madre dei Diamagic -, la venuta dei Titani del Gelo. Ostacoli ancora più grandi di quelli affrontati finora dal nostro trio di stregoni renderanno Il Male Antico la parte più epica della Saga.

Le storie vengono così pubblicate:

  • PRIMA PARTE: La guerra infinita e Il mistero del dormiente, disegnate rispettivamente da Alessandro Pastrovicchio e Lorenzo Pastrovicchio, pubblicate su Topolino 2725 e 2726
  • SECONDA PARTE: I titani del gelo e La fornace dell’abisso, disegnate da Lorenzo Pastrovicchio e pubblicate su Topolino 2739 e 2740
  • TERZA PARTE: La fine di un’era e L’alba di un nuovo mondo, disegnate da Lorenzo Pastrovicchio e pubblicate su Topolino 2773 e 2774

Come allegati troviamo diverse carte del WOM GCC: 6 con il numero 2726, 34 con il Mazzo Prima Sfida allegato al numero 2739 e 9 con la bustina Wizards of Mickey – Le Origini allegata al numero 2774.

topolino e mekabot tra i ghiacci
Topolino e Mekabot tra i ghiacci dei Titani del Gelo – Artwork di Corrado Mastantuono, utilizzato come copertina per Topolino 2739

Quarta Serie: Wizards of Mickey – Il nuovo mondo

La quarta serie subisce un’ulteriore riduzione degli episodi, che diventano 4 e vengono distribuiti dall’11 agosto al 1 settembre 2009. Il team consolidato che vede alla sceneggiatura Stefano Ambrosio e ai disegni Lorenzo Pastrovicchio si occupa di ogni storia, garantendo la continuità narrativa e grafica rispetto alle avventure precedenti.

La magia ha lasciato il mondo insieme a Mirmidon, causando stravolgimenti fisici e geografici in ogni dove, e portando a quella che sembra essere la fine della Seconda Era della Magia. Ai team di stregoni viene richiesto dal saggio Nereus di tracciare la mappa del Nuovo Mondo, e durante questa missione i Wizards of Mickey troveranno un nuovo modo per attivare il potere dei Diamagic. Il ritorno di Macchia Nera e nuovi nemici minacceranno la serenità ritrovata, ma altrettanti nuovi alleati aiuteranno i nostri protagonisti a sconfiggere anche questa volta il loro più acerrimo nemico.

Il look dei personaggi, pur mantenendo lo stesso disegnatore, va incontro a un rinnovamento radicale, con armature più moderne e decorate rispetto ai semplici e genuini abiti medievali delle prime serie. Assistiamo inoltre all’importante introduzione di volti noti dell’universo classico di Topolino mai approdati prima nell’universo di Wizards of Mickey: Archimede, Paperoga, Trudy, e per un cameo anche Ciccio e Gastone.

Wizards of Mickey
Il trio storico di WoM in primo piano e Paperoga in vesti magiche sullo sfondo – Artwork di Corrado Mastantuono utilizzato per la copertina di Topolino 2805

Gli episodi vengono pubblicati in quest’ordine:

  • Il dominatore dei mari su Topolino 2802
  • La cripta dei cento leoni su Topolino 2803
  • L’assedio delle ombre su Topolino 2804
  • Il regno di sotto su Topolino 2805, suddivisa in due parti

Come supplemento a Topolino 2802 troviamo inoltre la mappa del mondo di Wizards of Mickey realizzata da Lorenzo Pastrovicchio, in collaborazione con Doimo CityLine: l’azienda aveva infatti bandito un concorso con in palio una cameretta completa.

Potrebbe interessarti anche: Dove leggo la Saga di Paperon de’ Paperoni? La guida definitiva

Serie Zero: Wizards of Mickey – Le leggende perdute

Avendo voluto seguire un ordine cronologico di pubblicazione e non narrativo, è arrivato ora il momento di parlare della serie prequel della Saga di Wizards of Mickey. Si tratta di tre episodi pubblicati tra il 30 giugno e il 6 ottobre 2009. Alla sceneggiatura per la prima volta abbiamo un nuovo autore, o meglio, un’autrice: Maria Muzzolini tesse le trame di queste storie, le cui vicende si concentrano su ciò che avvenne prima della formazione dei Wizards of Mickey.

Re Paperone, apparso per la prima volta in un flashback dell’episodio Il segreto della Grande Corona (terzo capitolo della prima serie), e successivamente citato o presente come cameo, diviene personaggio centrale all’interno di questa serie. Vengono inoltre “introdotti” personaggi noti, ma mai apparsi in veste di stregoni: parliamo di Brigitta, Filo Sganga, Pico de Paperis e anche Battista.

leggende perdute wom
Il mostro Oblivion riemerge dalle profondità di Caer Crystal, “Il castello dell’oblio”

Le storie sono le seguenti:

Quinta serie: Wizards of Mickey – Lemuria

Con la quinta serie ritroviamo il duo Stefano AmbrosioLorenzo Pastrovicchio, alle prese con una sezione della Saga breve, ma non per questo meno intensa delle precedenti. Dal 30 agosto al 13 settembre 2011 sul settimanale Topolino torna il trio magico, alle prese con le conseguenze di errori passati dei Draghi. Questi infatti imprigionarono i Guerrieri di Ferro di Lemuria, da loro utilizzati per vincere il conflitto contro i Pipistrellorchi. I Guerrieri sono tornati e in cerca di vendetta.

Gli episodi sono i seguenti:

  • Gli abitatori del buio, pubblicato su Topolino 2909
  • La città delle macchine, pubblicato su Topolino 2910
  • Il cuore di Albion, pubblicato su Topolino 2911
Wizards of Mickey
Il cuore di Albion riprende a battere…
lemuria wom 2
… rendendo i Guerrieri di Ferro capaci di provare emozioni

Sesta serie: Wizards of Mickey – Legacy

Siamo giunti all’ultima serie del corposo primo ciclo di Wizards of Mickey: lo storico sceneggiatore Stefano Ambrosio lascia definitivamente il timone della sceneggiatura. In questo caso tutti gli episodi – editi dal 18 settembre al 9 ottobre 2013 – sono frutto della penna di Matteo Venerus, il quale introduce nella Saga un approccio mai impiegato prima. I primi tre episodi che compongono la serie sembrano infatti alquanto slegati tra loro, quasi fossero storie autoconclusive, e vanno a compore un unico grande schema narrativo nel quarto e ultimo episodio.

Il mondo dei maghi sembra finalmente aver trovato la pace. Alcuni avvenimenti turbano la quiete tanto faticosamente cercata. Il responsabile sembrerebbe il Signore degli Inganni, il quale però è stato da tempo sconfitto e imprigionato. Ai Wizards of Mickey spetta il compito di scortarlo in esilio definitivo tramite la Cometa delle Onde, facendo attenzione a non sottovalutare la sua pericolosità…

Wizards of Mickey
Neppure la forza degli Antichi Titani può far fronte al coraggio dei Wizards of Mickey

Gli episodi sono i seguenti:

  • L’armata della notte, disegnato da Alessandro Perina e pubblicato su Topolino 3017
  • I custodi della memoria, disegnato da Alessandro Perina e pubblicato su Topolino 3018
  • Il vessillo ancestrale, disegnato da Lorenzo Pastrovicchio e pubblicato su Topolino 3019
  • Il padrone della magia, disegnato da Alessandro Perina e pubblicato su Topolino 3020

Potrebbe interessarti anche: I 10 mostri più orripilanti apparsi su Topolino

SECONDA PARTE: Pubblicazioni su Topolino Libretto – Secondo Ciclo

Abbiamo attraversato la parte più densa della Saga, dalle origini fino al cambio di autore. Sono trascorsi 7 anni di avventure intensissime, e non ci resta che ripartire con il secondo ciclo, interamente sceneggiato da Matteo Venerus e disegnato da Roberto Marini.

Questa sezione, a parte due eccezioni, è composta da serie brevi, ognuna costituita da due parti pubblicate sullo stesso numero di Topolino. La pubblicazione avviene in modo irregolare lungo un arco di tempo piuttosto diluito, precisamente dal 7 ottobre 2015 al 13 marzo 2019.

Wizards of Mickey
Artwork di Roberto Marini – Cover Topolino 3124, con il primo episodio del Secondo Ciclo, Mondimontagne

Ancora una volta viene rinfrescato il look dei personaggi, che ritorna evidentemente a quello delle Origini, pur presentando elementi innovativi e adattandosi ai diversi ambienti che i protagonisti affronteranno. Altra novità è il riavvicinamento alla classicità del fantasy, sia per le tematiche trattate, sia per l’esordio di numerosissime creature e razze magiche: dai grifoni ai nani, dagli elfi agli alberi senzienti (a volte dosando sapientemente queste nuove presenze, altre volte presentandone davvero troppe in un solo capitolo dopo anni senza nessuna nuova introduzione).

Prima serie: Mondimontagne

L’episodio viene pubblicato in due parti il 13 ottobre 2015 su Topolino 3124, inaugurando la nuova sezione di storie a cura del duo Venerus-Marini. I Wizards of Mickey sono inviati oltre le terre conosciute dal saggio Nereus, il quale ha avvertito strane vibrazioni nella magia. Esse sono causate dalla bramosia del nano Mangur, il quale continuando a scavare nelle viscere di montagne rischia di risvegliare il Teraxus, un elementale in pietra la cui furia potrebbe distruggere per sempre Mondimontagne, il regno dei quattro clan dei nani.

Il Drago di Ferro in volo verso Mondimontagne deve muoversi in una tempesta di fulmini

Oltre all’evidente ispirazione all’universo tolkeniano, in particolare a Lo Hobbit, questa storia potrebbe quasi ricordare alcune classiche avventure ad opera del grande maestro Rodolfo Cimino, in cui i nostri protagonisti – coinvolti solitamente nell’ennesima caccia al tesoro da Zio Paperone – dopo essersi spinti in terrori lontanissimi e misteriosi, vengono a conoscenza di originali tribù, insolite creature e strani manufatti. In questo caso il manufatto è l’Aurabastro, “una minuscola polvere onnipresente che trasmette il suo incanto nelle ere, creando tutto ciò che è magico nel nostro mondo”. Questo elemento sarà centrale per molte serie a venire.

Il tratto dettagliato e meticoloso di Roberto Marini trova libero sfogo in queste ampie tavole, regalandoci i paesaggi più belli dell’intera Saga

Seconda serie: Aurora

Passa quasi un anno prima di avere una nuova storia di Wizards of Mickey: sul numero 3176 dell’11 ottobre 2016 viene pubblicata Aurora, anch’essa in due parti. La vicenda prende avvio nel pacifico Regno dei Pippidi, casa natale di Pippo. Oltre Cintafrontiera, l’alta muraglia che separa il reame dalle lande di Esternia, vengono avvistate oscure nubi minacciose. Una profezia narra che “colui che unirà tutti i popoli per una nuova aurora, avrà il potere del dragone”. I Wizards of Mickey valicano il confine per incontrare il profetizzato Re Draconiere, incappando in miraggi, visioni e vecchi nemici.

Wizards of Mickey
Un altro meraviglioso panorama di Roberto Marini – i seguaci del Re Draconiere sono prossimi alla guerra con la Lega di Aurora

Terza serie: Magicraft

Unica sezione del ciclo ad essere composta da 4 episodi, Magicraft viene pubbblicata dal 28 dicembre 2016 al 18 gennaio 2017 su Topolino 3188, 3189, 3190 e 3191. A differenza di altre storie in più puntate, nessuna parte di Magicraft viene ribattezzata singolarmente. La narrazione prende avvio in quella che sembra una terra in rovina, quasi post-apocalittica. Infatti, uno squarcio dimensionale ha portato nel mondo di Wizards of Mickey i mostruosi Morgrim, creature misteriose guidate dai tre malvagi Nequomanti, con il solo scopo di distruggere, disperdere i popoli e assorbire la magia dell’Aurabastro.

Una prima resistenza sarà costituita dai Cavalieri dei cristalli, una lega dei più grandi maghi, nani, pipistrellorchi, draghi e paladini guidata dai Wizards of Mickey. Ma presto i Nequomanti riusciranno a installare il dubbio tra le file dei Cavalieri, e a privarli del loro leader Topolino. O almeno così sembra…

Procedendo nel racconto si scoprirà che a capo dell’esercito di Morgrim vi è un oscuro Dominatore, che assemblò il suo esercito di mostri sfruttando l’essenza di diversi tipi di magia, rubati dai vari multiversi. Insaziabile e spietato, guidato dalla volontà di possedere l’intero potere dell’Aurabastro, spetterà ai Cavalieri scoprire come agisce questa figura e quanto abbia a che fare con la ben conosciuta minaccia del Signore degli Inganni.

Wizards of Mickey

Una serie decisamente innovativa e originale per gli standard della Saga, in cui Roberto Marini trova il giusto spazio per inscenare battaglie che riuniscono numerosissimi personaggi in una sola tavola.

Potrebbe interessarti anche: Dove leggo la serie W.I.T.C.H.? La guida definitiva

Quarta serie: Oberon

Pubblicata il 23 maggio 2018 su Topolino 3261 in due parti, la storia prende avvio con la liberazione dei Doomspider – i mitologici insetti che danno potere ai Diamagic – da parte degli stregoni. Questi continueranno a praticare incanti e fatture grazie alla magia elfica, meno forte ma pur sempre efficace. Il mondo è finalmente in pace e guarito dalle cicatrici di Magicraft, ma l’oscurità si nasconde dietro ogni anfratto, e per questo i Wizards of Mickey, grazie all’aiuto dei folletti, cercheranno di incontrare i misteriosi Elfi di Oberon per conoscere la grandezza della loro magia.

Sono evidenti i richiami all’epopea tolkeniana, sia per quanto riguarda la città degli elfi, che ricorda Lothlórien, sia per i Drianti, decisamente rassomiglianti agli Ent.

Quinta serie: Arena

Pubblicata il 7 novembre 2018 su Topolino 3285 in due parti. Al duo Venerus-Marini si aggiungono i colori di Irene Fornari e Andrea Stracchi. I Wizards of Mickey indagano sulla sparizione di numerosi team di maghi tra cui le streghe Luna Diamante, e si dirigono verso i Pratinfiniti per trovare delle tracce dei rapimenti. Qui vengono sorpresi dai Trickster, un trio di incantatori amante degli scherzi, e si ritrovano imprigionati in un’Arena. Saranno costretti a ingaggiare numerose lotte per scoprire perché sono stati reclusi e come uscire da quel luogo, insieme a tutti gli altri stregoni rapiti.

Wizards of Mickey

Sesta serie: Destino

Ultima storia del Secondo Ciclo. Pur essendo composta da due parti come le avventure precedenti, i due episodi vengono pubblicati su due differenti numeri di Topolino: il 3302, uscito il 6 marzo 2019, e il 3303, uscito il 13 marzo 2019.

Al centro del racconto vi è il logo storico della Saga, che appare a Topolino sotto forma di visione mentre egli tenta una difficile Aurazione per tentare di far rinsavire coloro che sono caduti sotto l’effetto malefico della Perlite Nera. Secondo Nereus questa visione appare a coloro che spingono la magia al limite. Sembra infatti che lo scopo finale della magia sia quello di mantenere l’equilibrio tra luce e tenebra. I Wizards of Mickey seguiranno così il Richiamo di Relich per scoprire se il loro destino sarà quello di combattere all’infinito l’oscurità, o se un giorno potranno definitivamente sconfiggerla.

Oltre ad alcune apparizioni già viste di personaggi classici (Brigitta e Filo Sganga), nella prima parte vedremo l’introduzione di Gancio, detto “il ramingo”, Basettoni e Rockerduck. Il numero 3302 poteva essere comprato con una cover variant che prevede una rielaborazione della prima storica copertina di Topolino 2654. Con il numero 3303 invece i lettori, dopo molto tempo, potevano acquistare un nuovo gadget a tema WoM: il medaglione con il simbolo della Saga.

Potrebbe interessarti anche: TEST: Quale personaggio di X-Mickey sei?

Serie di Storie Brevi di Wizards of Mickey

Occorre fare un piccolo salto indietro nel tempo per non dimenticarci del lavoro di Gabriele Panini (sceneggiatore) e Valerio Held (disegnatore), i quali produssero una sequenza di storie di sole 4 pagine pubblicate dal 20 ottobre al 3 novembre 2015 su Topolino 3125, 3126 e 3127. Al centro di questi brevi racconti troviamo umorismo, scene di vita quotidiana e nuovi personaggi dell’universo classico. Questo è l’ordine di uscita:

Serie Spin-Off: Wizards of Gamba

In preparazione alla chiusura del Secondo Ciclo di storie, dal 30 gennaio al 27 febbraio 2019 venivano pubblicate brevi avventure a tema WoM che vedevano come protagonista assoluto Gambadilegno. Con lui c’era una vecchia conoscenza, ancora nuova all’universo WoM, ovvero Sgrinfia.

Ritroviamo come sceneggiatore Gabriele Panini, a suo agio nel formato breve (in questo caso ogni episodio è di 6 pagine), mentre Francesco D’Ippolito, non del tutto nuovo alla Saga, è autore dei disegni. Le storie pubblicate sono le seguenti:

“Gulp” e “Che aria che tira a…”

Per completezza vogliamo infine segnalarvi i Gulp (altrimenti noti come Ciak o Strip) dedicati a Wizards of Mickey. Per quanto negli anni ve ne siano stati innumerevoli a tema fantasy, abbiamo voluto inserire solo quelli dichiaratamente dedicati a Wizards of Mickey, che possono essere suddivisi in due categorie.

Da una parte abbiamo la serie a cura di Silvia Martinoli (testi) e Fabio Pochet (disegni) che segue l’impostazione classica: una storia autoconclusiva di una sola pagina di stampo umoristico. Le prime due sono a tema natalizio, le altre ironizzano su relazioni e scene tipiche dell’universo classico ma in stile WoM. Le storie, edite dal 15 dicembre 2009 al 6 settembre 2011 sono le seguenti:

Wizards of Mickey

Dall’altra parte abbiamo due vignette della serie Che aria che tira a…, nell’inconfondibile stile satirico di Silvia Ziche, una pubblicata su Topolino 2740 e una pubblicata su Topolino 2820. Quest’ultima sponsorizzava il lancio dei Digicomics (cui accenneremo più avanti). Entrambe le tavole sono state ripubblicate nel primo volume della serie Che aria tira a… Paperopoli e Topolinia – Tutte le vignette di Silvia Ziche, che raccoglie i lavori editi su Topolino da agosto 2007 a dicembre 2013.

TERZA PARTE: Pubblicazioni su Topolino Fuoriserie – Terzo Ciclo

Siamo giunti all’ultima parte riguardante le prime edizioni dell’epopea di Wizards of Mickey. D’ora in avanti lasciamo le pagine di Topolino (tranne che col Prologo della prima nuova serie, pubblicato anche su Topolino 3335). Ci spostiamo così su Topolino Fuoriserie, una collana a uscita trimestrale che raccoglie in grossi volumi cartonati nuove avventure delle serie di Wizards of Mickey e PK, così da poter approfondire e ampliare ulteriormente i rispettivi universi narrativi.

Wizards of Mickey
Cover del secondo numero della collana Fuoriserie dedicata a WoM, disegni di Alessio Coppola

Prima serie: Wizards of Mickey – New Misadventures

La prima parte di avventure pubblicate nel nuovo formato sono a cura di Matteo Venerus (sceneggiatore del secondo ciclo) e di Emmanuele Baccinelli, nuovo disegnatore che recupera lo stile genuino e grezzo delle Origini. In questa nuova avventura, i Wizards of Mickey tentano di fare tornare la magia che sembra aver improvvisamente abbandonato il mondo.

Illustrazione di Emmanuele Baccinelli, presente nel secondo volume di Topolino Fuoriserie

Seconda serie: Wizards of Mickey – Forbidden Kingdom

Per la seconda serie torna lo storico disegnatore della saga, Lorenzo Pastrovicchio. A tessere le trame delle storie è un volto nuovo per Topolino, ma grande conoscitore del fumetto fantasy essendo curatore di Dragonero per la Sergio Bonelli Editore: lo scrittore, fumettista e sceneggiatore Luca Barbieri.

Il padre della Saga, Stefano Ambrosio, torna in veste di curatore. La serie conta dieci episodi suddivisi in cinque volumi, le cui copertine (a cura di Lorenzo Pastrovicchio), messe in sequenza orizzontale, formeranno un unico grande artwork.

La trama, in sintesi, è la seguente: il mondo è scosso da una terribile profezia, che narra dell’ascesa di un Distruttore dei Mondi, e sembra che questo perfido Prescelto sia proprio Topolino. Prima che quest’ultimo possa anche solo rischiare di avverare il suo destino, verrà catturato ed esiliato in una prigione inviolabile. Ma Pippo e Paperino non resteranno a guardare, e seguendo due strade diverse cercheranno un modo per salvare il loro più grande amico.

Al momento sono usciti tre volumi su cinque, ognuno contenente due episodi:

  • Primo volume (Topolino Fuoriserie 3V), uscito a novembre 2020: raccoglie le storie L’oscura profezia e Le fucine del Monte di Fuoco. Per i preordini effettuati in fumetteria entro il 14 ottobre, viene allegato il medaglione metallico di Wizards of Mickey
  • Secondo Volume (Topolino Fuoriserie 4V), uscito a febbraio 2021: raccoglie le storie Il peso della verità e Il segreto di Picco Ventoso
  • Terzo volume (Topolino Fuoriserie 5V), uscito a giugno 2021: raccoglie le storie L’abisso di Kravarhas e Il misterioso Mortymerius!
  • Quarto volume (Topolino Fuoriserie 6V), uscito a ottobre 2021: raccoglie le storie Fuga dall’isola degli esiliati e Il portatore di distruzioneà
  • Quinto volume (Topolino Fuoriserie 7V), uscito a febbraio 2022: raccoglie le storie Scontro di titani! e Il destino di un eroe

Potrebbe interessarti anche: Fantascienza e fumetto Disney, una storia lunga quasi un secolo

QUARTA PARTE: Ristampe

Siamo giunti al vero cuore pulsante della guida, ciò che ogni lettore ha bisogno di sapere per non dover recuperare ogni singolo numero di Topolino contenente un episodio di WoM: le ristampe della Saga.

Supplemento a Topolino

Le prime ristampe riguardano le prime due serie (Le Origini e L’Età Oscura), sono costituite da 4 volumi usciti come supplemento a Topolino libretto (ed editi una seconda volta con un cofanetto da collezione nel 2013). La particolarità di queste raccolte, rispetto alle versioni “classiche” sulla testata principale, è la presenza di numerosi racconti inediti in prosa, che si incastrano temporalmente tra le varie puntate a fumetti svelando retroscena e accompagnandosi a meravigliose illustrazioni.

Wizards of Mickey
Copertine dei quattro volumi allegati come Supplemento a Topolino

Queste sono a cura dei disegnatori Stefano Attardi, Gianluca Barone, Marco Gervasio, Marco Ghiglione, Thomas Liera, Fabio Pochet, Massimo Rocca, Patrizia Zangrilli. Le copertine invece sono di Marco Ghiglione (disegno), Stefano Attardi (progetto grafico e colore) e – ad eccezione del primo volume – Davide Zannetti (impaginazione). I supplementi sono i seguenti:

Estratto dal racconto inedito Nuova luce e antiche tenebre, terzo volume

Disney Legendary Collection

La Disney Legendary Collection, raccolta a cadenza bimestrale, è senza dubbio la più adatta per recuperare il maggior numero di storie di WoM. Escludendo gli episodi editi su Topolino Fuoriserie, i racconti illustrati dei Supplementi, alcune storie brevi e i due Che aria tira a…, è da considerarsi l’unica ristampa integrale della Saga di Wizards of Mickey.

Immagine di copertina del secondo volume della Disney Legendary Collection

I volumi pubblicati sono i seguenti:

  • 1 Le origini Prima Parte, pubblicato a novembre 2014, raccoglie gli episodi 1, 2, 3, 4 e 5 de Le Origini. Viene distribuito anche con cover variant rappresentante il simbolo della saga
  • 2 Le origini Seconda Parte, pubblicato a gennaio 2015, raccoglie gli episodi 6, 7, 8, 9 e 10 de Le Origini
  • 3 L’età oscura Prima Parte, pubblicato a marzo 2015, raccoglie gli episodi 1, 2, 3, 4 e 5 de L’età oscura
  • 4 L’età oscura Seconda Parte, pubblicato a maggio 2015, raccoglie gli episodi 6, 7, 8, 9 e 10 de L’età oscura
  • 5 Il Male Antico, pubblicato a luglio 2015, raccoglie tutti i 6 episodi della serie omonima
  • 6 Il Nuovo Mondo, pubblicato a settembre 2015, raccoglie tutti i 4 episodi della serie omonima
  • 7 Le Leggende Perdute, pubblicato a novembre 2015, raccoglie i 3 episodi prequel della saga
  • 8 Lemuria, pubblicato a gennaio 2016, raccoglie tutti i 3 episodi della serie omonima
  • 9 Legacy, pubblicato a marzo 2016, raccoglie tutti i 4 episodi della serie omonima
  • 10 Mondimontagne, pubblicato il 24 settembre 2016, raccoglie le due parti della serie omonima, un’intervista agli autori Matteo Verenus e Roberto Marini e i 6 TopoGulp di Silvia Martinoli e Fabio Pochet. Il volume, per quanto riguarda la testata, è ufficialmente il 9B, essendo il 10 dedicato a X-Mickey; tuttavia, sulla costina laterale presenta il numero 10. Viene allegato al cofanetto raccoglitore speciale appositamente pensato per raccogliere tutti i volumi della Disney Legendary Collection a tema Wizards of Mickey usciti fino a quel momento
  • 11 Aurora-Magicraft, pubblicato il 13 marzo 2020, ufficialmente conteggiato come Disney Legendary Collection Extra 25, raccoglie i due episodi che costituiscono la serie di Aurora e i 4 che formano la serie di Magicraft
  • 12 Oberon-Arena-Destino, pubblicato l’8 luglio 2021, ufficialmente conteggiato come Disney Legendary Collection Extra 28, raccoglie tutti gli episodi delle serie omonime (ognuna costituita da due parti)
Wizards of Mickey
Il cofanetto raccoglitore della Disney Legendary Collection con i primi dieci volumi

Paperfantasy

Da non confondere con la collana omonima cult bimestrale, edita da giugno 1994 fino a febbraio 2000 (prevalentemente a carattere sci-fi), Paperfantasy è una testata dedicata alla ristampa di tutte quelle storie di genere fantascientifico, fantastico e ai confini della realtà che narrano di viaggi intergalattici ma anche di cavalieri, draghi e incantesimi.

Pur avendo una propria numerazione, ufficialmente appartiene alla collana Tutto Disney che comprende diverse tipologie di albi, principalmente stand-alone o serie tematiche come Natalissimo o la stessa Paperfantasy. Il primo numero venne pubblicato il 9 febbraio 2018, e ogni volume viene introdotto dal direttore editoriale Marco Iafrate, che nella rubrica Bentornati in Paperfantasy ne presenta gli elementi salienti.

Le due copertine di Paperfantasy dedicate a WoM: a sinistra il numero 19, a destra il 21

I numeri sinora pubblicati al cui interno troviamo alcuni episodi della Saga di WoM sono i seguenti:

  • Paperfantasy 19 (Tutto Disney 100), con copertina a tema WoM a cura di Marco Palazzi (idea e disegno) e Andrea Freccero (colori): contiene i primi 2 episodi de Le Origini, ovvero Il grande torneo e La palude dei Dolmen. Viene pubblicato il 9 febbraio 2021.
  • Paperfantasy 20 (Tutto Disney 101): la copertina non è a tema WoM; presenta Paperino e Zio Paperone in tenuta spaziale, ed è opera di Alessandro Perina (idea e disegno) e Max Monteduro (colori). Presenta gli episodi 3 e 4 de Le Origini, ovvero Il segreto della Grande Corona e Luna Diamante. Viene pubblicato il 9 aprile 2021.
  • Paperfantasy 21 (Tutto Disney 102): la copertina è interamente opera di Corrado Mastantuono ed è già stata utilizzata come cover per Topolino 2805. Il volume contiene gli episodi 5 e 6 de Le Origini, ovvero Il pozzo dei draghi e Streghe a palazzo. Viene pubblicato il 9 giugno 2021.
  • Paperfantasy 22 (Tutto Disney 103): contiene gli episodi 7 e 8 de Le Origini, ovvero Il drago di ferro e Gli scaccia mostri. Viene pubblicato il 9 agosto 2021.
  • Paperfantasy 23 (Tutto Disney 104): contiene gli episodi 9 e 10 de Le Origini, ovvero Il ritorno di Macchia Nera e Lo stregone supremo. Viene pubblicato il 9 dicembre 2021. La cover di Marco Ghiglione era già stata utilizzata per Topolino 2657.

Wizards of Mickey – Le più belle storie Disney special

Edito dalla Giunti il 16 ottobre 2019, il volume appartiene alla collana Le più belle storie Disney special (ufficialmente è il numero 9), in cui troviamo raccolte le più belle serie mai pubblicate con protagonisti Topi e Paperi, dalla Saga della Spada di Ghiaccio a Storia e gloria della dinastia dei paperi.

In questo volume speciale non solo troviamo tutti i dieci episodi della primissima serie di Wizards of Mickey, ma anche i 12 racconti pubblicati nei primi due volumi WoM Supplemento a Topolino. La copertina, che riprende la cover di Topolino 2657, è a cura di Emanuela Fecchio (coordinamento), Max Monteduro (progetto grafico), Marco Ghiglione (disegno) e Massimo Rocca (colore).

Wizards of Mickey

Wizards of Mickey – Disney Comics

Appartenente alla collana non numerata Disney Comics, edita da novembre 2006 a novembre 2009, il volume viene pubblicato a maggio 2008, riproponendo la copertina di Topolino 2657 di Marco Ghiglione. Il volume raccoglie tutti i dieci episodi de “Le Origini” e tutti i dieci episodi de “L’età oscura“.

Potrebbe interessarti anche: 10 storie inquietanti che un fan di X-Mickey non può non ricordare

Altre pubblicazioni

Qui di seguito vogliamo riportare per completezza le altre ristampe che, pur prevedendo poco materiale, hanno comunque ripubblicato storie relative alla Saga di WoM.

Wizards of Mickey – Il grande torneo – Disney Digicomics 1

Edito il 16 dicembre 2009, si tratta esclusivamente del primo episodio dell’intera saga. Appartiene ai Disney Digicomics, una serie di fumetti digitali (principalmente già editi in cartaceo) che si diffusero ampiamente tra il 2009 e il 2010 per offrire ai lettori nuovi metodi di fruizione e accesso alle storie. Tutto ciò tramite una piattaforma gratuita scaricabile su Ipad, Iphone, Ipod e Psp. L’applicazione è ancora disponibile, ma a più di dieci anni di distanza non sembra aver innescato quella rivoluzione fumettistica digitale che sembrava promettere.

A sinistra la cover di Topolino 2820, che pubblicizza il lancio dei Digicomics insieme ai Wizards of Mickey (idea e disegno di Alessio Coppola, colore di Max Monteduro) – a destra la piattaforma di lettura digitale

Panini Free Comic Book Day – Topolino, verso il 2017

Da un’iniziativa statunitense diffusasi nei primi del 2000, anche in Italia arriva il Free Comic Book Day, una giornata (spesso estesa a più giorni, e in occasione della pandemia persino a un intero mese) in cui le principali case editrici di fumetto offrono gratuitamente ai lettori albi realizzati per l’occasione, così da riavvicinare le nuove generazioni al mondo dei comics. In Italia la Panini lancia il proprio Free Comic Book Day per la prima volta il 2 e 3 dicembre 2016 e, per quanto riguarda Topolino, l’albo gratuito contiene in anteprima una storia natalizia di Casty (edita poi sul numero 3187) e il primo episodio della serie Magicraft di WoM.

Copertina dello speciale Topolino Panini Free Comic Book Day, a cura di Giorgio Cavazzano

Era il tempo delle guide, delle ristampe e della magia…

Siamo giunti al termine di una lunga ricerca e di un’ancor più lunga avventura, che ancora non accenna a concludersi definitivamente. Per quanto sia stata spesso criticata, anche per la sua longevità sulle pagine del settimanale Topolino, la saga di Wizards of Mickey resta unica nel suo genere. Potremmo considerarla un vero e proprio pilastro della produzione italiana Disney contemporanea: ha conquistato l’estero (in particolare la Francia), ha conquistato una generazione, e magari grazie al suo attuale formato troverà nuovo splendore. Chissà: forse una nuova Era della Magia avrà inizio per tutti coloro che sono disposti a crederci.

Chiara Manuela Schiappapietra

Immagini © Disney – Panini Comics

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on telegram

Ultimi articoli

Articoli correlati

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.

Le opinioni espresse dai singoli autori negli articoli sono a titolo personale e non rappresentano in alcun modo il pensiero dello staff di Ventenni Paperoni.

Tutto il materiale eventualmente coperto da copyright utilizzato è usato per fini educativi ai sensi dell’art. 70 della legge 633/41 sul diritto d’autore. Qualora i titolari volessero rimuoverli possono comunicarlo via e-mail e provvederemo subito alla conseguente rimozione o modifica.

E-mail: redazione@ventennipaperoni.com

Ogni settimana articoli, consigli di lettura e curiosità! Rimani sempre aggiornato comodamente con la nostra newsletter