Disney Store, a Milano chiude l’ultimo punto vendita italiano

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Il 22 ottobre sancisce la chiusura ufficiale di tutti i Disney Store nel Bel paese. Lo store milanese di Corso Vittorio Emanuele II è l’ultimo ad abbassare per sempre la serranda. Sui social traspare la delusione dei clienti e dei dipendenti, ancora sconvolti per la repentina chiusura di tutti gli store Disney in Italia e non solo.

Potrebbe interessarti anche: Nasce la divisione Disney Anime: nuove frontiere per lo streaming

Una decisione discussa

La scelta della Walt Disney Company, arrivata a maggio di quest’anno, di chiudere buona parte dei suoi negozi per concentrarsi sui canali di vendita online ha segnato la fine per tutti i punti vendita italiani. La risposta dei sindacati non si è fatta attendere e quasi tutti i 230 dipendenti sono stati ricollocati alle dipendenze della D-Retail.

Disney store

In un clima di sconforto generale, clienti e oramai ex-dipendenti affidano ai social i loro messaggi in un mix di amarezza e nostalgia. Di seguito alcuni messaggi apparsi sui social:

“La chiusura per sempre del Disney Store a Milano ( e in Italia) è un colpo al cuore di tanti bambini sognatori che lì hanno trascorso tanti momenti magici e di tanti lavoratori che lì hanno trascorso gli ultimi vent’anni 🥲🙁😢

Daniela Mainini

“Oggi chiude ufficialmente il Disney store in centro a Milano. Era l’ultimo rimasto aperto in Italia e quindi da oggi non ci sono più Disney Store in Italia. Una giornata che chiude questo triste periodo di chiusure. Disney Store rimane unicamente un sito online, dove non è possibile trovare la magia che si aveva entrando fisicamente in un negozio a tema immergendosi tra mille oggetti Disney. Anche solo entrare qualche minuto in questi negozi faceva bene al cuore ed alla mente agli appassionati di ogni età. Mi dispiace per i numerosi dipendenti e per gli appassionati come me. Un vero peccato.”

Alberto Fontanini

Addio Disney Store

É grande il rimpianto per la chiusura di attività che non rappresentavano solo dei semplici punti fisici di distribuzione del merchandising targato Disney, ma quelli che si potevano definire dei veri e propri mini-parchi a tema. L’indiscusso fascino che queste attività esercitavano su grandi e bambini magari poteva essere sfruttato meglio economicamente, affiancando alla vendita dei gadget anche altre attività ed eventi?

Ci auguriamo il meglio per gli ormai ex dipendenti dei Disney Store e per gli appassionati, con la speranza che possano riuscire a ritrovare un nuovo piccolo angolo di magia.

Maria Concetta Spampinato

Fonte: Repubblica

Potrebbe interessarti anche: Crisi editoriale: slittano alcune uscite targate Panini-Disney

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Ultimi articoli

Articoli correlati

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.

Le opinioni espresse dai singoli autori negli articoli sono a titolo personale e non rappresentano in alcun modo il pensiero dello staff di Ventenni Paperoni.

Tutto il materiale eventualmente coperto da copyright utilizzato è usato per fini educativi ai sensi dell’art. 70 della legge 633/41 sul diritto d’autore. Qualora i titolari volessero rimuoverli possono comunicarlo via e-mail e provvederemo subito alla conseguente rimozione o modifica.

E-mail: redazione@ventennipaperoni.com