Il cartone animato su Paperinik mai realizzato: un progetto del 2011

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Recentemente è stato celebrato il decimo anniversario di un progetto molto particolare: un cartone animato incentrato su Paperinik. Ad annunciarlo, con un post su Facebook e Instagram, è il character designer austriaco Florian Satzinger. Il progetto risale all’anno 2011, ma non ha mai visto la luce. Come sarebbe stata una serie su Paperinik?

Le bozze del progetto

Nel suo post, Florian Satzlinger mostra alcune bozze del suo studio su Paperinik. Il personaggio appare decisamente diverso dall’originale, con un equipaggiamento e una tuta che ricorda molto Batman. Sempre sui social, il disegnatore racconta di essersi divertito a immaginare i gadget di “Duck Avenger”(nome statunitense di Paperinik) oltre che il suo travestimento.

Locandina cartone pk
L’ipotetica locandina della serie

Potrebbe interessarti anche: Paperino, l’eroe all’ombra di Paperinik

Chi è Florian Satzinger?

Florian Satzinger è un character designer austriaco. Ha studiato presso l’animatore Ken Soutworth, al quale dobbiamo diversi cortometraggi Disney, Warner Bros e Hanna e Barbera. Lavorare con un disegnatore di tale portata ha notevolmente influenzato la produzione di Satzinger, che ha in seguito collaborato con diverse aziende per la creazione di disegni animati destinati a cortometraggi o pubblicità. Attualmente è impiegato presso la Paperwalker Studios SHF, situata a Graz, in Austria.

Satzinger
Florian Satzinger

Come sarebbe stata una serie su Paperinik?

Non essendoci alcuna produzione reale, possiamo solamente formulare ipotesi su come sarebbe una serie dedicata a Paperinik. Dalla locandina si può dedurre che la serie animata non avrebbe probabilmente seguito le orme dei fumetti. Il costume, infatti, è molto diverso da quello indossato di solito da Paperinik, e fa pensare più a un omaggio a Batman, il Cavaliere Oscuro. La scritta Gearloose INC. fa ipotizzare un possibile coinvolgimento di Archimede Pitagorico come personaggio comprimario, con probabilmente lo stesso ruolo di aiutante tecnologico che ha nelle storie di Paperinik. La serie quindi avrebbe potuto riguardare maggiormente un approfondimento della figura del Diabolico Vendicatore e della sua lotta contro i criminali che infestano Paperopoli.

Un progetto “vendicativo”

Sempre sui social, il 3 settembre Florian Satzinger ha pubblicato un post comprensivo d’immagini e didascalia, in cui illustra alcune sue scelte stilistiche, oltre a svelare parte del proprio progetto. Il disegnatore spiega infatti come mai abbia deciso di rendere più scuri i colori del costume di Paperinik. L’idea era quella di portare sullo schermo un personaggio più adatto a un‘atmosfera cinematografica e dai toni meno spensierati. Satzinger continua dicendo di aver voluto riprendere il tema della prima avventura del Papero Mascherato, Paperinik il diabolico vendicatore, storia del 1969 sceneggiata da Guido Martina e disegnata da Giovan Battista Carpi.

La trama del fumetto vede infatti Paperinik vendicarsi e prendersi gioco di Paperon de’ Paperoni e Gastone Paperone, due personaggi che mostrano un comportamento oppressivo e talvolta crudele nei confronti del povero Paperino. La tematica della vendetta ha interessato tanto Satzinger, che ha avuto l’idea di recuperarla integrandola nel suo progetto. Il post pubblicato dal disegnatore sui social mostra infatti due frasi emblematiche, che testimoniano chiaramente le intenzioni del Papero Mascherato:Vengeance is sweet” (La vendetta è dolce) e “Now YOU will pay, Scrooge” (Ora TU pagherai, Paperone). Satzinger sperava di vedere una resa della sua idea nella versione statunitense de Il Diabolico vendicatore del 2015, ma ne rimase deluso, sostenendo come il fumetto sembrasse più una parodia che una storia vera.

Nemico cartone paperinik
Paperinik in tenuta da battaglia

Pare proprio quindi che l’idea fosse quella di una serie dai toni oscuri, incentrata sulla vendetta. Ma come sarebbe stata realmente la serie? Sarebbe stata fedele ai fumetti? Avremmo potuto vedere la versione animata di cattivi come Spectrus, Lola Duck o Inquinator? A queste domande, purtroppo, non possiamo trovare risposta. Speriamo che, prima o poi, una serie su Paperinik o PK veda finalmente la luce, per portare sullo schermo le meravigliose avventure cartacee che amiamo.

Potrebbe interessarti anche: Dove leggo PK? La guida definitiva

Michael Anthony Fabbri

Fonti: Instagram, The Paperwalker Journal

Immagini: ©2011 Disney e aventi diritto

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Ultimi articoli

Articoli correlati

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.

Le opinioni espresse dai singoli autori negli articoli sono a titolo personale e non rappresentano in alcun modo il pensiero dello staff di Ventenni Paperoni.

Tutto il materiale eventualmente coperto da copyright utilizzato è usato per fini educativi ai sensi dell’art. 70 della legge 633/41 sul diritto d’autore. Qualora i titolari volessero rimuoverli possono comunicarlo via e-mail e provvederemo subito alla conseguente rimozione o modifica.

E-mail: redazione@ventennipaperoni.com