Ruthie Tompson: si è spenta a 111 anni la storica Disney Legend

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

L’artista statunitense Ruthie Tompson si è spenta nella sua casa di Woodland Hills nella notte del 10 ottobre, alla veneranda età di 111 anni. La ricordiamo con affetto per il suo encomiabile e quarantennale lavoro come animatrice presso la Walt Disney Productions. L’artista ha lavorato infatti a numerosi lungometraggi animati tra cui molti tra i Classici Disney prodotti tra gli anni Trenta e Settanta. Fondamentale, peraltro, il suo impegno di natura sociale per la difesa dei diritti delle donne nel campo dell’animazione.

Potrebbe interessarti anche: Elio Pandolfi: si è spento lo storico attore e doppiatore, voce di Le Tont

Ruthie Tompson: Una lunga vita dedicata all’animazione Disney

Ruthie Tompson nacque il 22 luglio 1910 a Portland, nel Maine, per poi trasferirsi con la famiglia nel 1918 in California. All’età di 18 anni cominciò a lavorare alla Dubrock’s Riding Academy. Lì conobbe Walt e Roy Disney, assidui giocatori di polo presso il club, i quali notarono subito il suo interesse per il disegno animato e le chiesero di lavorare come inchiostratrice al primo Classico Disney, Biancaneve e i sette nani. In quell’occasione, Ruthie Tompson dimostrò un grande talento, ottenendo quindi, nel 1948, un’importante promozione a designer di scena e controllore dell’animazione. Questa mansione, di carattere molto più decisionale, consisteva nel controllare i rodovetri prima che gli animatori li fotografassero su pellicola. Col passare degli anni, la carriera della Tompson decollò e l’animatrice passò alla pianificazione delle scene, nonché al controllo dei movimenti di macchina, divenendo quindi indispensabile per la produzione di un lungometraggio animato.

Dopo il successo di Biancaneve, Ruthie Tompson ha contribuito alla realizzazione di numerosi film tra cui ricordiamo Pinocchio (1940), Fantasia (1940), Dumbo (1941), La bella addormentata nel bosco (1959), Mary Poppins (1964), Gli Aristogatti (1970) e Robin Hood (1973). Si ritirò nel 1975, dopo aver terminato di lavorare a Le Avventure di Bianca e Bernie, arrivando a 40 anni di onorata carriera. Per questo motivo, nel 2000 ricevette il Premio di Disney Legend, mentre nel 2017 ottenne un riconoscimento alla carriera dall’Academy of Motion Picture Arts & Sciences.

Tompson

L’impegno sociale

Ruthie Thompson si impegnò molto anche in attività di carattere sociale. Da pioniera dei diritti delle donne, fu infatti una delle prime a essere ammesse nella Photographers International Union, Local 659 della IATSE (International Alliance of Theatrical Stage Employees). Entrò, restandoci fino alla sua morte, inoltre nell’associazione Women in Animation, la quale si occupava di difendere i diritti delle donne nel mondo dell’animazione.

Ruthie - Tompson - Disney

Il ricordo di Bob Iger

Apprezzata e stimata da numerosissimi colleghi, Ruthie Tompson viene ricordata, in particolare, con un tweet da Bob Iger, il presidente esecutivo del consiglio di amministrazione della Walt Disney Company.

Sebbene ci mancheranno il suo sorriso e il suo meraviglioso senso dell’umorismo, il suo eccezionale lavoro e spirito pioneristico sarà sempre un’ispirazione per tutti noi.

Non possiamo fare altro che sottoscrivere quanto detto da Bob Iger e ricordare con affetto Ruthie Tompson, colei che ci ha permesso di ridere, sognare ed emozionarci con tanti splendidi cartoni animati.

Michael Anthony Fabbri

Potrebbe interessarti anche: Top&Flop di Walt: La bella addormentata nel bosco

Fonti: Cinematographe, Corriere della sera, Wikipedia

Immagini: ©Disney e aventi diritto

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Ultimi articoli

Articoli correlati

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.

Le opinioni espresse dai singoli autori negli articoli sono a titolo personale e non rappresentano in alcun modo il pensiero dello staff di Ventenni Paperoni.

Tutto il materiale eventualmente coperto da copyright utilizzato è usato per fini educativi ai sensi dell’art. 70 della legge 633/41 sul diritto d’autore. Qualora i titolari volessero rimuoverli possono comunicarlo via e-mail e provvederemo subito alla conseguente rimozione o modifica.

E-mail: redazione@ventennipaperoni.com