A novembre arrivano su Topolino le carte da gioco napoletane

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Arrivano in edicola i mazzi di carte da gioco napoletane di Topolino! A partire dal 10 novembre, in allegato a Topolino Magazine: ecco tutti i dettagli.

Ventenni gadget-addicted, siate sinceri: quanti tornei di scala 40 avete giocato quest’estate con il mazzo di carte di Fabio Celoni? O forse fate parte di quella categoria di attenti collezionisti che hanno imbustato uno ad uno i preziosi cartoncini d’autore affinché umidità e altre terribili minacce non li usurassero? Che siate dell’avviso che “il Topo gadget deve rimanere nella confezione originale” o che consumiate il vostro nuovo acquisto a forza di giocarci, non potrete lasciarvi sfuggire le nuove carte da gioco napoletane di Topolino.

Cavalcando l’onda del successo delle recenti collezioni di carte d’autore (Paolo Mottura, 2019 – Marco Rota, 2020 – Fabio Celoni 2021), questo autunno Panini presenta un formato fino ad ora mai realizzato. Le carte da gioco napoletane, largamente diffuse nella cultura del gioco italiano, saranno un must have e un gioiello della collezione per ogni appassionato di topo gadget.

Potrebbe interessarti anche: Torna finalmente disponibile il Deposito di Zio Paperone!

Come sono fatte le carte napoletane di Topolino?

Vediamo nel dettaglio cosa ci aspetterà in edicola a partire dal 10 novembre. La raccolta al completo include 40 carte da gioco in stile regionale napoletano e un astuccio a tema per contenerle. Il mazzo sarà tradizionalmente composto di 10 carte per ogni seme (denari, coppe, spade e bastoni) con illustrazioni inedite per asso, fante, cavallo e re.

Sebbene le dimensioni delle carte non siano ancora state divulgate, dalle prime immagini di Anteprima Panini possiamo intuire che non avranno le tradizionali dimensioni 50×83 mm. Non saranno nemmeno della stessa misura dei set di carte da poker delle ultime collezioni, ma avranno comunque una forma più allungata.

carte napoletane Topolino

Potrebbe interessarti anche: Tutti i mazzi di carte Disney: la guida definitiva

Uno sguardo alle illustrazioni di Blasco Pisapia

carte napoletane topolino

Per la realizzazione di questo nuovo mazzo di carte, la redazione di Topolino ha lasciato carta bianca allo sceneggiatore e disegnatore (napoletano, naturalmente) Blasco Pisapia, entrato a far parte della famiglia Disney nel lontano 1998. Oltre ad aver sceneggiato molte storie di Paperinik e aver disegnato alcune cover di Topolino, Pisapia si è lungamente impegnato nello studio di mappe, planimetrie e vedute dettagliate dei luoghi più importanti di Paperopoli.

Le illustrazioni inedite del fumettista partenopeo sono pulite e varie: possiamo riconoscere Zio Paperone per il seme dei denari e Pluto che riporta un bastone. Per le affilate spade, una schiera di cattivoni del calibro di Cuordipietra e Macchia Nera. E ancora, un’abile Nonna Papera che utilizza impropriamente una coppa per una spaghettata degna di Totò. Un altro dettaglio degno di nota è il dorso delle carte, che richiama il tradizionale motivo astratto delle carte regionali rivisitato in chiave disneyana.

Prezzi e data di uscita dell’opera

Le carte napoletane di Topolino saranno disponibili a partire dal mese di novembre con il seguente calendario di pubblicazione:

  • 10 novembre, Topolino #3441: 20 carte (bastoni e spade) + astuccio
  • 17 novembre, Topolino #3442: 20 carte (denari e coppe)


Il costo di ogni uscita è di 4,90 Euro comprensivo di rivista e gadget.

Alessandra de Marchi

fonte: Anteprima
immagini © Panini-Disney

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Ultimi articoli

Articoli correlati

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.

Le opinioni espresse dai singoli autori negli articoli sono a titolo personale e non rappresentano in alcun modo il pensiero dello staff di Ventenni Paperoni.

Tutto il materiale eventualmente coperto da copyright utilizzato è usato per fini educativi ai sensi dell’art. 70 della legge 633/41 sul diritto d’autore. Qualora i titolari volessero rimuoverli possono comunicarlo via e-mail e provvederemo subito alla conseguente rimozione o modifica.

E-mail: redazione@ventennipaperoni.com