Disney verso una causa legale da 10 milioni di dollari

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

La Walt Disney Company rischia di trovarsi coinvolta in una causa legale di circa 10 Milioni di Dollari con una delle più importanti compagnie assicurative statunitensi, la Fireman’s Fund Insurance Company. Il motivo scatenante riguarda la cifra da versare alla Disney per risarcirla dei danni causati dalle chiusure dovute alla pandemia Covid-19.

Fireman's Fund

Le polizze stipulate dalla Disney

In seguito all’evoluzione della pandemia, la Walt Disney Company ha deciso di stipulare con la Fireman’s due polizze assicurative speciali, ossia la “Second Wavee la “Holiday Hiatus“. L’obiettivo era arginare le perdite economiche causate dal Covid-19, quali la chiusura dei parchi, nonché rallentamenti nelle produzioni cinematografiche degli studi di Londra, Atlanta e Los Angeles. Nello specifico, la Disney dichiara di aver risentito dell’interruzione delle attività a causa dei lockdown. Le autorità sanitarie, infatti, hanno prolungato il periodo di chiusura dei parchi a tema e la pausa delle riprese, visto il forte rischio di contagio al quale sono soggetti i dipendenti. La compagnia sostiene, quindi, di dover ricevere un cospicuo risarcimento, mentre la Fireman’s nega invece di dover versare una cifra tanto elevata. Secondo l‘agenzia assicurativa, infatti, le concessioni fatte dai governi avrebbero ridotto l’entità dei danni, permettendo alla Disney di mantenere un bilancio adeguato, considerando la situazione.

Il castello Disney

Potrebbe interessarti anche: Predator, la Disney nei guai con i diritti d’autore?

La causa contro la Disney

A fronte di questa diatriba, la Fireman’s Fund Insurance Company ha deciso di fare causa alla Walt Disney Company per il valore di 10 Milioni di Dollari, citando in giudizio la compagnia. L’accusa è di tentata frode ai danni dell’agenzia assicurativa: la Fireman’s sostiene infatti che il risarcimento chiesto sia nettamente superiore alla cifra persa nel 2020. L’aspetto paradossale di tutta la faccenda è che sia proprio la Disney, già danneggiata dalla situazione pandemica, a venire citata in giudizio. Tuttavia non conosciamo i possibili sviluppi della vicenda. La compagnia, infatti, non si è ancora pronunciata su come intenda procedere, preferendo ricorrere al “no comment“. Speriamo quindi di avere novità e aggiornamenti quanto prima.

Potrebbe interessarti anche: Mickey SRL, l’azienda paraguaiana che sconfisse la Disney

Michael Anthony Fabbri

Fonti: staynerd.com, deadline.com

Immagini: © Disney e Fireman’s Fund Company

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Ultimi articoli

Articoli correlati

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.

Le opinioni espresse dai singoli autori negli articoli sono a titolo personale e non rappresentano in alcun modo il pensiero dello staff di Ventenni Paperoni.

Tutto il materiale eventualmente coperto da copyright utilizzato è usato per fini educativi ai sensi dell’art. 70 della legge 633/41 sul diritto d’autore. Qualora i titolari volessero rimuoverli possono comunicarlo via e-mail e provvederemo subito alla conseguente rimozione o modifica.

E-mail: redazione@ventennipaperoni.com