Russia vs Disney: il corto Out va contro i valori della famiglia tradizionale

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Che la Russia non fosse tra le nazioni più all’avanguardia in tema di diritti civili lo si sapeva già da tempo ma è di questi giorni una notizia abbastanza singolare.

L’autorevole reuters.com ha riportato infatti una dichiarazione ufficiale del cosiddetto Roskomnadzor, il “Servizio Federale per la Supervisione nella sfera della Connessione e Comunicazione di massa”. Si tratta di un organo della Federazione Russa preposto al controllo delle comunicazioni, con relativo potere di oscuramento delle stesse. Ne avevamo sentito parlare ad esempio qualche anno fa, nel 2015, quando attuò un temporaneo oscuramento dell’intera Wikipedia in lingua russa. 

Potresti interessarti anche: Pixar cerca una doppiatrice per il suo primo personaggio transgender

out-russia-contro-disney

Russia vs Disney

In cosa consiste la nuova dichiarazione del Roskomnadzor e perché è da considerare quanto meno particolare? È presto detto. La comunicazione ufficiale si scaglierebbe contro Out il cortometraggio della Pixar Animation Studios distribuito dalla Walt Disney Studios Motion Pictures nel 2020. La ragione è da ritrovare nella tematica queer della storia narrata nel corto.

Sebbene in Russia le relazioni omosessuali siano formalmente legali, nel 2013 è stata promulgata una legge molto controversa. Essa vieta infatti la “propaganda sui rapporti sessuali non tradizionali” tra i giovani. Di fatto il Roskomnadzor sembra fare riferimento proprio a questa legge quando afferma che Out si farebbe portatore di informazioni che “negano i valori della famiglia e promuovono relazioni sessuali non tradizionali” nei confronti dei bambini.

La stranezza consisterebbe soprattutto nel fatto che il cortometraggio in questione è visionabile da circa un anno su Disney+, ma l’ormai popolarissima piattaforma streaming tutt’oggi non è ancora attiva in Russia. Tale comunicazione appare quindi come una sorta di avvertimento nei confronti della Disney. Da tempo infatti sono stati annunciati i prossimi lanci di Disney+ in molte nazioni dell’Europa dell’Est. Che sia un monito per il futuro?

Potrebbe interessarti anche: The Owl House, la prima protagonista Disney bisessuale?

out-russia-contro-disney

Out

Il cortometraggio Pixar tanto inviso alla Russia è scritto e diretto da Steven Clay Hunter e ha una durata di circa 8 minuti. La storia ha come protagonista Greg che sta attraversando un forte momento di difficoltà poiché pensa che i propri genitori non potranno accettare la relazione che egli ha ormai da tempo con Manuel. Grazie a un gatto e a un cane “magici” Greg comprende che i genitori vogliono solo che sia felice e che trovi l’amore. Il protagonista acquista quindi coraggio e porta Manuel in famiglia. Il suo compagno viene accolto con affetto mentre il cane e il gatto, raggiunto l’obiettivo, volano via su un arcobaleno.

Francesca Arca

©Pixar ©Disney

fonti: reuters.com nbcnews.com

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Ultimi articoli

Articoli correlati

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.

Le opinioni espresse dai singoli autori negli articoli sono a titolo personale e non rappresentano in alcun modo il pensiero dello staff di Ventenni Paperoni.

Tutto il materiale eventualmente coperto da copyright utilizzato è usato per fini educativi ai sensi dell’art. 70 della legge 633/41 sul diritto d’autore. Qualora i titolari volessero rimuoverli possono comunicarlo via e-mail e provvederemo subito alla conseguente rimozione o modifica.

E-mail: redazione@ventennipaperoni.com