Sony e Disney, accordo sullo streaming per Spider-Man (e non solo)

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Che per Sony fosse momento di accordi lo avevamo capito meno di un mese fa. Era stato infatti Hollywood Reporter a riportare la notizia del miliardo di dollari con cui Netflix si era aggiudicato i diritti sulla prima finestra di distribuzione dei film Sony Pictures.

Potrebbe interessarti anche Il cartone di Spider-Man e i suoi stereotipi razzisti fanno discutere su Disney+

Sony-Spiderman-Disney

Ma non finisce qui. Ancora più remunerativo – deadline.com parla infatti di tre miliardi di dollari – sarebbe il nuovo accordo firmato questa volta con la Walt Disney Company. Definito dai dirigenti delle due major come «una vittoria per i fan», il contratto prevede che una buona parte del catalogo Sony sia fruibile sulle piattaforme streaming della company di Topolino e sui suoi canali televisivi: Disney Channel, ABC, Freeform, FX e National Geographic. In base all’intesa inoltre, Disney avrà i diritti sulla distribuzione di tutte le prossime uscite Sony dal 2022 al 2026, fatta salva l’esclusiva Netflix sul primo lancio. Non ci sono ancora dettagli precisi su cosa approderà nello specifico su Disney+, ma possiamo farci un’idea.

Tra i titoli di forte richiamo spiccano sicuramente quelli che riguardano l’universo Marvel, da Spider-Man a Venom, passando per Morbius. Ma si parla anche di classici come Jumanji, Hotel Transilvania, la saga di Bad Boys e di nuove produzioni particolarmente attese come Bullet Train con Brad Pitt.

Potresti anche leggere Le uscite di maggio su Disney+ – Crudelia e Star Wars: The Bad Batch

sony-venom-disney

Con un’abile operazione economica Sony è riuscita quindi a sopperire alla mancanza di una propria piattaforma che distribuisca in rete i contenuti originali. Nel contempo i contratti pluriennali con Netflix e Disney rafforzano la posizione prevalente dei due colossi sul mercato dello streaming.

La scelte appaiono vincenti da entrambe le parti. In particolar modo se consideriamo gli investimenti che le major di produzione e distribuzione cinematografica stanno attuando dall’inizio della pandemia. Nonostante la grande voglia di riappropriarsi del buio in sala, lo streaming rappresenta sempre di più qualcosa di cui difficilmente vorremo fare a meno.

Francesca Arca

Immagini: ©Sony Pictures Entertainment – Marvel

Fonti: tomshw.it hollywoodreporter.com deadline.com

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Ultimi articoli

Articoli correlati

luca pixar

Ma quindi com’è Luca?

Il 18 giugno è sbarcato su Disney+ il 24° lungometraggio Pixar, Luca. Una storia che parla di amicizia, di infanzia, di crescita, con allo sfondo la splendida riviera ligure

Leggi tutto »

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.

Le opinioni espresse dai singoli autori negli articoli sono a titolo personale e non rappresentano in alcun modo il pensiero dello staff di ventennipaperoni.com.

L’autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.

Tutto il materiale eventualmente coperto da copyright utilizzato è usato per fini educativi ai sensi dell’art. 70 della legge 633/41 sul diritto d’autore. Qualora i titolari volessero rimuoverli possono comunicarlo via e-mail e provvederemo subito alla conseguente rimozione o modifica.

E-mail: redazione@ventennipaperoni.com