Disney+ ha raggiunto 100 milioni di abbonati

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Da qualche giorno Disney+ conta più di 100 milioni di abbonati, largamente in anticipo sui tempi ipotizzati. Risultati simili, infatti, non erano previsti prima del 2024, e questo nelle previsioni più rosee.

I numeri sono impressionanti, anche per un gigante come la Walt Disney Company. Per dare un’idea, Netflix conta 200 milioni di abbonati, il doppio, ma è online dal 2008.

disney+ abbonati

Potrebbe interessarti anche: Cosa vedere su Star, il nuovo brand di Disney+

Disney+ e l’aumento di abbonati

Disney+, la piattaforma streaming lanciata nel novembre 2019 dal colosso mediatico della Walt Disney Company, aveva iniziato il suo viaggio molto timidamente. Tra concorrenti già ben rodati, come Netflix e Amazon Prime, e fascino irrinunciabile delle uscite in sala, i pronostici più ottimisti contavano di sfiorare i 90 milioni di iscritti in cinque anni, ovvero nel 2024.

Queste previsioni sono state però felicemente smentite. Nel meeting degli azionisti svoltosi martedì 9 marzo (rigorosamente via webcam), l’amministratore delegato della House of Mouse Bob Chapek ha annunciato la lieta novella di aver superato i 100 milioni di abbonati.

Aumenteremo considerevolmente i nostri investimenti. Abbiamo fissato un obiettivo di oltre 100 nuovi titoli ogni anno, fra Disney Animation, Live Action, Star Wars, Marvel e National Geographic. Il direct-to-consumer è la massima priorità della Company e la nostra rosa di contenuti continuerà ad alimentarne la crescita.

Bob Chapek

Il boom di abbonati è ragionevolmente da imputare alla pandemia da Covid-19, che ha costretto in casa i cittadini di ogni paese del mondo e chiuso i cinema fino a data da destinarsi. Ad agosto 2020, molti servizi streaming avevano in brevissimo tempo triplicato i loro iscritti, e Disney+ non ha fatto eccezione: in meno di dieci mesi, gli abbonati erano già saliti a 60 milioni.

La Walt Disney Company ha intenzione di cavalcare l’onda e puntare tutto sullo streaming, rilasciando sulla piattaforma ogni film e serie in programma.

disney+ abbonati

Potrebbe interessarti anche: Disney: priorità allo streaming. Ecco i nuovi obiettivi

Le altre novità

Nel meeting di martedì, il CEO Bob Chapek ha fornito anche altre notizie agli investitori.

La maggior parte riguarda i parchi a tema e le varie esperienze turistiche targate Disney. Disneyland, il parco della California che era stato convertito in un centro vaccini, riaprirà i cancelli entro aprile prossimo.

Si sarebbe potuto riaprire anche prima, ma ci siamo presi del tempo per richiamare circa 10,000 membri del cast e istruirli sulla sicurezza sanitaria.

Bob Chapek

Quest’anno, inoltre, sarà il 50esimo anniversario di Walt Disney World, a Orlando, Florida. Quando anche questo parco potrà riaprire, i visitatori troveranno la bella sorpresa di due nuove attrazioni.

Infine, sempre virus permettendo, in autunno riprenderanno le crociere Disney. Si potrà imbarcare un numero limitato di persone, e saranno in vigore restrizioni in grado di tutelare sia partecipanti che equipaggio.

Potrebbe interessarti anche: La Walt Disney Company vola in borsa

disney+ abbonati

Letizia Somma

© Disney

Fonti: Tom’s Hardware, ClickOrlando

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Ultimi articoli

Articoli correlati

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.

Le opinioni espresse dai singoli autori negli articoli sono a titolo personale e non rappresentano in alcun modo il pensiero dello staff di ventennipaperoni.com.

L’autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.

Tutto il materiale eventualmente coperto da copyright utilizzato è usato per fini educativi ai sensi dell’art. 70 della legge 633/41 sul diritto d’autore. Qualora i titolari volessero rimuoverli possono comunicarlo via e-mail e provvederemo subito alla conseguente rimozione o modifica.

E-mail: redazione@ventennipaperoni.com