È morto Claudio Sorrentino: diede voce a Topolino e Dodger

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Il coronavirus continua a colpire dove fa più male. Stroncato dal morbo, si è spento il 16 febbraio Claudio Sorrentino, storico doppiatore e conduttore radiofonico e televisivo. Aveva 75 anni.

Sebbene la famiglia desideri dei funerali in forma privata, vari esponenti del mondo del doppiaggio e dell’intrattenimento piangono il loro collega Claudio e lo ricordano con affetto.

Claudio Sorrentino

La lunga carriera di Claudio Sorrentino

Claudio Sorrentino nacque a Roma il 18 luglio 1945, figlio d’arte, e nella prima parte della sua carriera lavorò con varie compagnie teatrali, prime fra tutte quelle di Eduardo de Filippo e di Rossella Falk.

L’esordio vero e proprio per il grande pubblico fu nei primi anni ’70, quando divenne la voce di Ron Howard nei panni di Richie Cunningham in Happy Days. Da allora, fu un crescendo di ruoli iconici.

I più lo conoscono come voce di John Travolta nella maggior parte dei suoi film, in primis Pulp Fiction (1994, dir. Quentin Tarantino). Oppure come Mel Gibson, o Bruce Willis. Ma il suo repertorio è molto più vasto: ai già menzionati divi, vanno aggiunti Gérard Depardieu, Robert De Niro, Mickey Rourke, Geoffrey Rush, Willem Dafoe e Russel Crowe. Si potrebbe continuare. E questo limitandoci agli attori in carne ed ossa.

Claudio Sorrentino pulp fiction

I ruoli animati

Claudio Sorrentino prestò la sua voce a numerosi personaggi di cartoni animati che fanno tuttora parte dell’infanzia di molte persone.

topolino claudio sorrentino

Fu la voce ufficiale di Topolino negli anni ’80, e lo si può ascoltare nelle VHS Buon compleanno Topolino (1982) e C’era una volta un Topo (1986).

claudio sorrentino cippi

Sempre per la Disney, interpretò il ruolo di Cippi, l’iperattivo passerotto di Red e Toby – Nemiciamici (1981). E ultimo ma non meno importante, Dodger, lo spigliato cucciolone dal cuore d’oro di Oliver & Company (1988).

claudio sorrentino dodger

All’infuori della Casa del Topo, sue le voci di Ryo, protagonista della serie mecha Mazinga Z (1972), e Gargamella, stregone da strapazzo ne I Puffi (1981).

L’impegno sociale e il cordoglio dei colleghi

Oltre a frequentare assiduamente gli studi di doppiaggio, Claudio Sorrentino fu anche autore e presentatore di Tandem, una trasmissione per ragazzi andata in onda dal 1982 al 1987.

Sorrentino nutriva una forte attenzione verso i giovani, creò infatti alcuni Social Point che si occuparono dei loro problemi di studio e occupazione, e svolse nel 1988 l’inchiesta giornalistica Le nuove capitali dei giovani, che ne approfondiva le condizioni nei luoghi più importanti d’Europa.

Fondò nel 1994 l’ADIR, Associazione Attori Doppiatori Italiani Riuniti, e ne è stato presidente fino alla morte.

Molti i messaggi di condoglianze inviati alla famiglia da parte dei colleghi doppiatori. Particolarmente sentito l’addio di Luca Ward, che fu suo compagno di avventure in Pulp Fiction nel ruolo di Jules Winnfield.

Ward, nel suo ricordo per l’amico scomparso, mantiene viva la fiaccola dell’impegno per i giovani, esortandoli a riscoprire un nome che ha attraversato la storia del cinema e della televisione italiana, lasciando un segno che difficilmente potremo dimenticare.

Potrebbe interessarti anche: Robin Williams ha cambiato i film d’animazione, lo dice il regista di Aladdin

Claudio Sorrentino

Letizia Somma

© Disney, Miramax

Fonti: Wikipedia, Open, VHS Walt Disney

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Ultimi articoli

Articoli correlati

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.

Le opinioni espresse dai singoli autori negli articoli sono a titolo personale e non rappresentano in alcun modo il pensiero dello staff di ventennipaperoni.com.

L’autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.

Tutto il materiale eventualmente coperto da copyright utilizzato è usato per fini educativi ai sensi dell’art. 70 della legge 633/41 sul diritto d’autore. Qualora i titolari volessero rimuoverli possono comunicarlo via e-mail e provvederemo subito alla conseguente rimozione o modifica.

E-mail: redazione@ventennipaperoni.com