Robin Williams ha cambiato i film d’animazione, lo dice il regista di Aladdin

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Sono passati circa sei anni e mezzo dalla scomparsa del grande Robin Williams ma l’affetto per i suoi personaggi e le sue interpretazioni non si è mai spento.

Da Mork & Mindy a L’attimo fuggente, da Mrs. Doubtfire a Will Hunting passando per Patch Adams e Jumanji, Robin Williams ha legato il proprio nome a titoli che sono nella nostra memoria.

Talento eclettico, capace di adattarsi ai generi cinematografici più disparati, Williams è stato apprezzato anche come doppiatore. Gli amanti dell’animazione Disney ricorderanno certamente il suo doppiaggio del Genio in Aladdin.

Forse ti può interessare anche Disney e messaggi subliminali, cosa c’è di vero?

Robin-Williams

Recentemente Ron Clements – regista di Aladdin con John Musker – ha rilasciato un lusinghiero ritratto di Robin Williams pubblicato su Variety:

L’improvvisazione nel voice acting ha fatto parte dei film Disney fin dai tempi di Biancaneve ma il Genio (in Aladdin) di Robin Williams è stato qualcosa di straordinario. John Musker e io abbiamo scritto la sceneggiatura originale con l’idea specifica che Robin avrebbe dato la voce al genio e che sarebbe stato un “mutaforma” visivo oltre che vocale.

Lo abbiamo incoraggiato a improvvisare a suo piacimento. Il primo giorno di registrazione, nella scena d’introduzione del Genio, avevamo le pagine della sceneggiatura scritte per seguire lo stile di Robin e gli storyboard che illustravano alcune delle metamorfosi visive che avevamo pianificato. Sulle prime ha seguito il copione, ma a un certo punto ha iniziato a prendere direzioni diverse.

Potresti anche voler leggere 10 film di animazione che parlano di morte e aldilà

Genio-Aladdin

La scena originale doveva durare circa tre minuti. A ogni ripresa, Robin aggiungeva cose e abbelliva, tanto che all’ultimo ciak la scena aveva superato i 20 minuti! Continuava a proporre sempre più idee, tutte divertenti. Abbiamo anche dovuto interrompere le registrazione perché il capo animatore del Genio, Eric Goldberg, rideva talmente tanto che non riuscivamo a terminare il lavoro.

Ero scettico sul fatto che avremmo potuto utilizzare tutte le invenzioni di Robin perché avevo il timore che non si adattassero alla storia. Eppure è riuscito a farle funzionare in modi imprevedibili. Alla fine della prima sessione, che considero una delle più incredibili alle quali io abbia mai assistito, Robin gocciolava di sudore! (…)

Era fantastico vederlo lavorare. Custodisco con affetto il ricordo di aver assistito a un vero Genio al lavoro! (…) Robin ha cambiato il modo in cui venivano percepiti i film d’animazione. La sua comicità brillante ha dato un fascino adulto all’animazione e questo per l’epoca era una grande novità. È stata una delle più grandi star mai apparse in un film d’animazione fino a quel momento. Ma noi non volevamo Robin perché era una grande star ma perché era giusto per la parte. Lo volevamo perché eravamo convinti che il suo talento potesse dare qualcosa di nuovo e innovativo all’animazione Disney. E sicuramente l’ha fatto!

Francesca Arca

©Disney

fonti: variety.com

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Ultimi articoli

Articoli correlati

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.

Le opinioni espresse dai singoli autori negli articoli sono a titolo personale e non rappresentano in alcun modo il pensiero dello staff di ventennipaperoni.com.

L’autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.

Tutto il materiale eventualmente coperto da copyright utilizzato è usato per fini educativi ai sensi dell’art. 70 della legge 633/41 sul diritto d’autore. Qualora i titolari volessero rimuoverli possono comunicarlo via e-mail e provvederemo subito alla conseguente rimozione o modifica.

E-mail: redazione@ventennipaperoni.com