I Simpson contro Donald Trump nello speciale di Halloween

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Toy Story, Donald Trump ma anche le principesse Disney, il Multiverso, Russian Doll e molto altro sono le citazioni inserite nello Speciale Halloween 2020 de I Simpson

Già da agosto sono trapelate le prime indiscrezioni sull’episodio XXXI di Treehouse of Horror, il consueto appuntamento annuale che I Simpson dedicano ad Halloween. Tradotto in Italia come La paura fa novanta, nel corso degli anni, tra zombies, streghe, citazioni e zucche, questa serie di episodi tematici ha regalato alcuni tra i momenti migliori de I Simpson. Alcuni di essi sono a buon diritto entrati nell’immaginario dei fan. Ricordiamo ad esempio la parodia di Shining di Stanley Kubrick, Ned Flanders che assume le fattezze del demonio o il Signor Burns che diventa il Dracula di Francis Ford Coppola.

Sarebbero tanti gli episodi da citare ma concentriamoci su ciò che andrà in onda negli Usa probabilmente il primo di novembre (dagli ultimi aggiornamenti) e che verrà trasmesso in Italia, con tutta probabilità, nello stesso periodo. 

Già dal teaser e dalle immagini che sono state diffuse in anteprima possiamo scoprire che anche questa puntata, come di consueto, è divisa in tre episodi distinti:

Toy Gory: la citazione a Toy Story è evidente già nel titolo e nelle immagini già rilasciate. Girato in CGI come i film Pixar, la storia vede Bart abusare ripetutamente di vari giocattoli e pupazzi. In una delle immagini che sono state diffuse vediamo infatti il giovane Simpson che distrugge una bambola usando una levigatrice. I giocattoli, stufi delle continue violenze, si animeranno per punire il ragazzo.

Potrebbe interessarti anche: Duke Caboom di Toy Story 4 è un plagio? Denunciate Disney e Pixar

bart-simpson-toy-story-halloween

Into the Homerverse: anche in questo caso il riferimento al Multiverso di marveliana memoria è palese. Vedremo Homer Simpson muoversi su diversi piani di realtà e incontrare i propri alter-ego. Tra questi ci sarà una Homer-Princess, un Homer Noir e un Homer a 8 bit.

Potrebbe interessarti anche: Arriva Marvel 616, la nuova docu-serie Marvel Disney+

simpson-halloween-homer

Be Kind Rewind: protagonista dell’episodio è Lisa Simpson. La ragazzina è bloccata in uno spazio temporale in cui è costretta a rivivere costantemente in loop la giornata del proprio compleanno. Anche in questo caso è evidente la citazione. L’episodio infatti ricalca del tutto la trama della serie Russian Doll, distribuita da Netflix nel 2019.

lisa-simpson-halloween

 

I Simpson contro Donald Trump

Ma le sorprese non sono finite qui. Qualche giorno fa infatti è stato rilasciato un nuovo teaser che vede una gag tra Homer e Lisa. Homer si reca a votare per le presidenziali e Lisa cerca di dissuaderlo dal votare per Trump. La ragazzina elenca quindi cinquanta ragioni e accadimenti che renderebbero Donald Trump inadatto a ricoprire il ruolo di Presidente per la seconda volta. Il sito di  Variety si è divertito a riportarle tutte e cinquanta.

Non sarà molto a tema Halloween ma è certamente in linea con il personaggio di Lisa Simpson, ecologista, femminista, politicamente impegnata a battersi per le cause più disparate in difesa dei deboli.

I Simpson prendono dunque una posizione netta sulle prossime elezioni statunitensi. Tecnicamente non lo si può considerare un vero e proprio endorsement in favore di Joe Biden quanto, sebbene in modo piuttosto comico, una critica feroce e dettagliata al Presidente Trump. Che sia da Halloween o meno poco importa, viviamo già tempi abbastanza horror. 

Forse potrebbe interessarti anche: Disney censurerà I Simpson?

Francesca Arca

Copyright©: 20th Century Studios

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Ultimi articoli

Articoli correlati

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.

Le opinioni espresse dai singoli autori negli articoli sono a titolo personale e non rappresentano in alcun modo il pensiero dello staff di ventennipaperoni.com.

L’autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.

Tutto il materiale eventualmente coperto da copyright utilizzato è usato per fini educativi ai sensi dell’art. 70 della legge 633/41 sul diritto d’autore. Qualora i titolari volessero rimuoverli possono comunicarlo via e-mail e provvederemo subito alla conseguente rimozione o modifica.

E-mail: redazione@ventennipaperoni.com