Friends ha compiuto 25 anni. La fortunata sitcom statunitense creata da David Crane e Marta Kauffman è stata una delle comedy series più amata nel suo genere. Vanta infatti numerosi premi e l’affetto costante degli appassionati anche a distanza di più di 15 anni dal suo ultimo episodio. 

Innovativa da molti punti di vista, Friends ha saputo anticipare temi importanti che, sebbene trattati in modi adeguati al sentire degli anni ’90 del vecchio millennio, restano ancora di stretta attualità a ben venticinque anni di distanza.

Le curiosità sulla serie sono tante. In ambito Disney segnaliamo per esempio la presenza di due personaggi ricorrenti che ben conosciamo. Hank Azaria – storico doppiatore di Apu e Carl de I Simpson – interpretò David, fidanzato storico di Phoebe, costretto a lasciarla per recarsi in Russia per lavoro; Jon Favreau – regista del primo live action sul Re Leone – impersonò il ricco miliardario Pete Becker, fidanzato di Monica.

Potrebbero interessarti anche: Nuovo doppiaggio per Carl de I SimpsonIl Re Leone 2: arriva il nuovo live-action firmato Barry Jenkins

Friends venne trasmessa in chiaro dalla Rai. Del doppiaggio si occupò la CDC Sefit Group che scelse degli interpreti in grado di caratterizzare al meglio i personaggi. Tra i doppiatori ricordiamo Vittorio De Angelis, scomparso prematuramente pochi anni fa, che diede voce magistralmente al personaggio di Joey.

we-were-on-a-break

Come però sempre accade negli adattamenti, ci sono delle discrepanze tra le versioni originali e quelle doppiate: anche Friends non fa eccezione. Iniziamo col dire che l’adattamento italiano è leggermente più edulcorato dell’originale, con meno parolacce e meno battute sessualmente esplicite. Sono inoltre stati eliminati in molte occasioni i riferimenti a brand commerciali o del tutto modificati quelli a personaggi famosi, sostituendoli con nomi più conosciuti al pubblico italiano.

Le piccole (grandi) differenze del doppiaggio italiano di Friends sono davvero tante. Tralasciando il famosissimo “We were on a break!” di Ross e Rachel, noi abbiamo provato a metterne in luce dieci.

1 – La pronuncia dei nomi in Friends

L’incongruenza più evidente nella versione italiana di Friends è certamente l’utilizzo di una pronuncia differente per i nomi di due protagonisti. Differenza che rimarrà costante per tutte le stagioni. “Phoebe” infatti (che in inglese si pronuncia “Fibi”) viene modificato in “Febe” e il cognome di Joey cambia da “Tribbiani” a “Triviani”. Nel corso dei vari episodi inoltre, i ragazzi utilizzano spesso dei diminutivi: Mon, Rach, Pheebs. In almeno un’occasione l’utilizzo di uno di questi diminutivi diventa il centro di una battuta. Nell’episodio Un week-end da dimenticare, Chandler e Monica, che hanno una relazione all’insaputa degli altri, decidono di partire per un fine settimana romantico. Esasperato dalla puntigliosità della ragazza, Chandler esclama: «Geez, relax, Mom!» correggendo un secondo dopo “Mom” in “Mon” per non farla infuriare. In italiano la battuta è meno incisiva poiché il gioco di parole è meno evidente. Infatti il «Cielo, rilassati, mammina!» iniziale, diventa «Cielo, rilassati, Mam…Monica!»

Friends-Mon

2- «How you doin’?»

Questa è la frase magica di approccio usata da Joey per abbordare qualsiasi donna. È una frase tormentone che caratterizza tutta la serie. Nel doppiaggio italiano viene tradotta in vari modi differenti: «Come ti va?», «Come stai?», «Come butta?». Utilizzando forme diverse si perde però la forza comica della reiterazione. Piccola curiosità: forse solo in un’occasione la tipica frase di abbordaggio non produce effetti. Nell’episodio Una corsa nel parco Joey prova a far colpo sulla sua nuova coinquilina Janine, interpretata dalla super-modella Elle Macpherson, ma la frase non funziona, gettando Joey nello sconforto. 

friends-come-ti-va

3 – Pablo o Paolo?

Nell’episodio A lume di candela, Rachel incontra un attraente inquilino del suo stesso palazzo – interpretato dall’attore Cosimo Fusco – con il quale intraprenderà una breve e focosa relazione. Nella versione italiana veniamo a sapere che il playboy si chiama Pablo, viene da Madrid e parla pochissimo l’inglese. Si esprime infatti quasi esclusivamente in spagnolo. Nella versione originale scopriamo invece che Pablo in realtà si chiama Paolo, è italiano e viene da Roma. Per ovvi motivi sarebbe stato difficile mantenere le vere origini del personaggio anche nella nostra versione, perciò si è scelto di doppiare con accento spagnolo le battute che Fusco, nella versione originale, recita in italiano. 

friends-paolo

4 – La nonna di Joey

Nell’episodio Pizza a Domicilio i ragazzi si riuniscono a casa di Monica e Rachel per guardare un episodio di Law&Order in cui Joey recita un piccolo ruolo. Alla serata è presente anche la più grande fan dell’aspirante attore: sua nonna. Nella versione originale la nonna di Joey non parla inglese e capisce solo quando le si parla in italiano. In Italia, non potendo per motivi logici cambiare la provenienza geografica del personaggio così come invece era stato fatto per Paolo/Pablo, si è optato per un altro escamotage narrativo. Viene specificato infatti che la vecchietta è un po’ svampita e quasi del tutto sorda così da giustificare il fatto che non comprenda gran parte delle cose che le vengono dette. 

friends-nonna-di-joey

Potrebbero interessarti anche: I Simpson: trenta candeline per la famiglia gialla

5 – La ginnastica di Chandler

Abbiamo già accennato al fatto che alcune battute a sfondo sessuale sono state spesso tradotte in modo più edulcorato o del tutto stravolte. È il caso di una scena inserita nell’episodio Chandler il pigro. Monica fa da personal trainer a Chandler nel tentativo di rimetterlo in forma. Durante una sessione di allenamento, per cercare di convincere il ragazzo ormai esausto a fare una serie di altri cinque addominali, Monica gli promette di mostrargli i seni. Chandler riesce a farne soltanto due e mezzo e pretende che Monica in cambio gli mostri un seno solo. Nella versione italiana le battute cambiano completamente. Monica dice: «Fammene altri cinque e ti lascio andare» e Chandler, dopo essere riuscito a farne solo la metà, risponde: «Il resto a rate».

Monica Geller

6 – L’Olanda è l’Isola che non c’è

Nell’episodio La Coppa Geller, Chandler e Joey cercano entrambi di fare colpo su una ragazza olandese. Per cercare di metterlo in difficoltà, Chandler chiede a Joey da dove vengano gli olandesi. Nella versione originale Joey confonde “Netherland” con “Neverland”, l’Isola che non c’è di Peter Pan. Nella versione italiana si cerca di replicare il fraintendimento utilizzando “I viaggi di Gulliver” (e quindi Lilliput) in riferimento ai “Paesi Bassi” ma con una vis comica decisamente minore. Si perde poi del tutto il senso della battuta successiva in cui Chandler cita Capitan Uncino.

chandler-capitan-uncino

7 – L’uomo, il potere, il pene

I personaggi femminili di Friends sono caratterizzati da una forte personalità, in particolar modo Rachel. Nel corso di tutta la serie infatti si trasformerà da ricca ragazzina viziata, incapace di affrontare autonomamente la vita, a donna indipendente e in carriera. Sono frequenti quindi gli episodi nei quali proprio Rachel, sebbene con alterni e comici risultati, cerca di ribadire la propria autodeterminazione a prescindere da una presenza maschile. Nell’episodio Lezioni di Poker forse pronuncia una parola di troppo per l’epoca. Costretta a saldare un debito di gioco con Ross, Rachel scimmiotta l’atteggiamento maschilista del ragazzo dicendo: «Ehi, sono un uomo! Ehi, ho il potere!». Nella versione originale la è: «Oh, I’m a man! Oh, I have a penis!». Forse la parola “pene” venticinque anni fa, in una serie in onda sulla Rai, era considerata un po’ troppo esplicita. 

rachel-green-penis

8 – Gatto rognoso

Le canzoni di Phoebe sono di sicuro una delle cose più assurde e divertenti di Friends. Nel doppiaggio italiano Phoebe è decisamente più stonata dell’originale ma per ciò che riguarda la traduzione dei testi dei brani, il lavoro è stato piuttosto accurato. Il nonsense che caratterizza le interpretazioni di Phoebe sul palco del Central Perk non perde forza neanche nella versione italiana. A voler essere pignoli però il brano più conosciuto, che ricorre in tutta la serie, Gatto Rognoso, dovrebbe essere tradotto con “Gatto puzzolente” poiché il titolo originale è Smelly Cat

gatto-rognoso

9 – Gli si vede tutto!

Sono almeno due gli episodi in cui viene fatto notare che sedendosi in modo scomposto si possono involontariamente mostrare i “gioielli di famiglia”. Nell’episodio Due amici molto speciali una sottotrama è infatti dedicata a Robert, nuovo fidanzato di Phoebe che ogni volta che si siede “fa uscire il topo dalla tana”, come dirà Gunther nel corso della puntata. Non si capisce bene perché quindi in un episodio successivo la traduzione usata per il doppiaggio italiano glissi totalmente su questo argomento. Si tratta dell’episodio La scoperta di un talento. Chandler indossa un accappatoio e si siede sul mobiletto dell’ingresso. Racconta di come abbia sorpreso la nuova fidanzata di Joey nuda sotto la doccia e di quanto questa vista sia per lui penosa dati i sentimenti che nutre segretamente per la ragazza. Alla fine del breve monologo esce dall’appartamento e Phoebe chiede agli altri: «Secondo voi è proprio cotto?». La battuta originale è invece: «Wow, could everyone totally see up his robe?»

phoebe-friends

10 – I capezzoli della discordia

Ultima incongruenza tra doppiaggio italiano e versione originale si ha sull’utilizzo del termine “capezzolo”, evidentemente considerato troppo audace. Sebbene in alcuni episodi si faccia più volte riferimento all’ormai celeberrimo “terzo capezzolo” di Chandler (che in seguito verrà asportato chirurgicamente), in altre puntate questa parola sembra rappresentare un taboo. Ne citiamo una su tutti. In Soccorso Stradale Chandler riprende a fumare. In una scena, poiché il fumo infastidisce gli altri, è costretto a farlo davanti a una finestra spalancata. Nella versione italiana Joey si lamenta per il freddo dicendo di avere i peli del petto duri come chiodi mentre nella versione originale dice di avere i capezzoli talmente duri da poterci tagliare il vetro.

Joey-friends-capezzoli

Nell’attesa dell’annunciata reunion per i venticinque anni dalla messa in onda possiamo dunque dedicarci a un po’ di binge watching. Gli episodi di Friends sono presenti sia su Netflix che su Amazon Prime Video. Se avete voglia di scovare altre incongruenze non vi resta che guardare le puntate in italiano ma con un occhio sempre vigile ai sottotitoli in inglese.

 

Potrebbero interessarti anche: Malcolm in the Middle: una serie specchio della vita

 

Francesca Arca

 

Copyright©: Bright/Kauffman/Crane Productions, Warner Bros. Television

Francesca Arca

Doppia ventenne, giornalista, speaker radiofonica, si divide tra l'amore per i Paperi e quello per Star Wars. Nerd fino al midollo da quando esserlo non era di moda ma solo da poveri sfigati. Il suo sogno è che Paperino diventi il nuovo Darth Sidious.