La data prevista è il 16 settembre ma già si parla di Mickey et la Terre des Anciens, il nuovo fumetto con protagonista Topolino che uscirà in Francia per Glénat in un prezioso albo rilegato di 56 pagine al costo di 15 €. (Della stessa casa editrice citiamo anche Horrifikland di cui abbiamo scritto qui: Disney si fa horror: oltre i cancelli di Horrifikland).

Copertina

“Squadra che vince non si cambia” recita un vecchio adagio calcistico, validissimo anche in questo frangente. Reduci infatti dall’ottima accoglienza dedicata a Mickey et l’Océan Perdu ritroviamo Denis-Pierre Filippi alla sceneggiatura e il nostro Silvio Camboni ai disegni per una storia che si divide tra l’avventura classica e il fantasy.

Topolino nelle terre dell’aria

La trama creata da Filippi per Mickey e la Terre des Anciens è decisamente affascinante e lascia spazio ai disegni poetici e sognanti di Camboni. Abbandonati gli sfondi marini della precedente avventura, il disegnatore si cimenta ora con un altro elemento primordiale: l’aria. I protagonisti, Topolino e Minni, si muovono in un universo atemporale nel quale le terre si librano in cielo e sono perciò preda di tempeste e intemperie. Diventa quindi di grande importanza il lavoro di Topolino, maestro cordaio, che deve cercare di ancorare l’uno all’altro i vari blocchi affinché non vengano dispersi dai venti. 

Mickey-et-la-terre-des-anciens

Il nostro amico Topo si ritroverà a fare i conti con il malvagio signore oscuro, il Fantôme Noir (Macchia Nera) che cercherà di sottrarre i territori fluttuanti alle popolazioni più povere per ingrandire il proprio regno. Contro di lui si schiererà la gilda ribelle di Pat Hibulaire (Gambadilegno). E Minni? Minni è alla ricerca delle iscrizioni rupestri che indicano la via per trovare i resti di un’antica civiltà perduta, la Terre des Anciens.

In Francia si parla già di quest’opera citando echi di Moebius, Miyazaki e Tolkien. Ciò non può che lasciar presagire un lavoro di grande pregio sia per ciò che riguarda la sceneggiatura che per l’accuratezza e la ricchezza dei particolari nel disegno. Le tavole visionabili fino a questo momento sono una ghiotta anticipazione di ciò che attende gli appassionati d’oltralpe. Una vera e propria esperienza visiva frutto di una ricca e complessa architettura artistica. 

Francesca Arca

Immagini ©Disney – Glénat

 

 

 

Francesca Arca

Doppia ventenne, giornalista, speaker radiofonica, si divide tra l'amore per i Paperi e quello per Star Wars. Nerd fino al midollo da quando esserlo non era di moda ma solo da poveri sfigati. Il suo sogno è che Paperino diventi il nuovo Darth Sidious.