Film da Natale non tematici e non disneyiani godibili durante le festività invernali: ecco i nostri suggerimenti.

Siamo già nel periodo dell’anno dedicato ai Film da Natale. La curva di Google comincia a impennarsi di fronte ai film natale 2019 e ai film di natale al cinema. Vista la ricorrenza, anche noi non vogliamo essere da meno. Tuttavia, il nostro sarà un elenco diverso per due ordini di motivi: da una parte parleremo di film da #OffTopoDay, l’hashtag della nostra community dedicata ad argomenti ‘fuori Topolino’; dall’altra, elencheremo produzioni #OffChristmas, cioè che non parlano effettivamente del Natale, ma godibili durante queste festività. Cominciamo.

film da natale consigliati ventenni paperoni

1) “We’re Back! 4 dinosauri a New York”

“Rotola giù per la Preistoria e canta insieme a me”. Non sarà la Sigla di Ducktales, ma sicuramente questa canzone è l’iconicità del film d’animazione del 1993, diretto da Simon Wells, Dick Zondag, Ralph Zondag e Phil Nibbelink. Distribuito da Universal Pictures e prodotto da Steven Spielberg, “4 dinosauri a New York” racconta la storia del tirannosauro Rex, del triceratopo Spiaccica, della pterodattila Elsa e del parasaurolofo Goffardo catapultati improvvisamente a New York. I 4 esemplari del Cretaceo non saranno gli unici protagonisti della storia. Di fatto, troviamo anche Louie, un ragazzino in fuga dalla sua famiglia per unirsi a un circo, e Cecilia, in fuga dai genitori assenti. I nostri eroi vivranno numerose peripezie al fine di non farsi scoprire, per poi imbattersi nell’antagonista, il professor Sguercio. Un film da Natale adatto ai più piccoli e nostalgico per i più grandi.

2) “Charlie – Anche i cani vanno in paradiso”

All Dogs Go To Heaven” è un film d’animazione del 1989 di Don Bluth. “Charlie – Anche i cani vanno in paradiso” (questo il titolo italiano) racconta le vicende del pastore tedesco Charlie incapace di accettare la sua morte. Grazie a uno speciale orologio trovato in Paradiso, il canide torna in vita con lo scopo di vendicarsi del suo ex socio in affari, il bulldog Carface. Il piano è abbastanza semplice: liberare e poi sfruttare Anna-Marie, una bambina orfana prigioniera di Carface, con la promessa di farla ricongiungere con i suoi genitori. Una volta scoperto l’inganno, però, Charlie dovrà riguadagnare la fiducia della bambina, attraverso un leitmotiv comune sulla scoperta dei valori dell’amicizia e della bontà. Un film da Natale dalle letture introspettive molto profonde.

Ps: esiste anche un seguito della storia, “All Dogs Go to Heaven 2”, ma ve lo sconsigliamo.

3) “Certamente, forse”

È il 2008 e nelle sale americane esce “Definitely, Maybe“, una pellicola diretta da Adam Brooks, con Ryan Reynolds, Abigail Breslin e Isla Fisher. Nel Bel paese lo conosciamo con il titolo di “Certamente, forse“, e narra la storia di come William Hayes ha conosciuto la madre di Maya, la figlia di dieci anni incuriosita dalla storia, rivelandone l’identità solo alla fine del racconto. L’opera ripercorre in modo leggero e romantico una serie di vicissitudini godibili con una buona cioccolata calda e con le luci natalizie soffuse. Film da Natale che non può mancare.

4) “Il diario di Bridget Jones”

Un titolo che ha bisogno di poche presentazioni. “Bidget Jones’s Diary” è un film del 2001 diretto da Sharon Maguire che pone al centro della storia un diario nel quale la protagonista, Bridget Jones appunto, scrive i propri pensieri ed elenca i buoni propositi per migliorarsi come persona. Ambientato a Capodanno, “Il diario di Bridget Jones” è assolutamente una produzione da non dimenticare per il vostro Natale.

5) “Stuart Little – Un topolino in gamba”

Stuart Little” è un film statunitense del 1999 ed è diretto da Rob Minkoff. La storia si concentra sulla storia di un topolino parlante, Stuart (doppiato da Luca Laurenti), adottato da una famiglia americana. La scelta, però, non è condivisa da George, il figlio di Frederick ed Eleanor, in quanto non vuole un topo come fratello. Da questo intreccio inizieranno una serie di peripezie che porteranno Stuart a essere completamente accettato nella sua nuova casa (e anche dal gatto Fiocco di Neve, la cui voce è di Paolo Bonolis). Un Film da Natale stimolante per tutta la famiglia.

6) “Fievel sbarca in America”

Torniamo ai film d’animazione, e lo facciamo col botto. Nel 1986 esce “An American Tail”, la pellicola diretta da Don Bluth che racconta le imprese di Fievel Toposkovich, un topolino russo che tenta di emigrare in America con la sua famiglia perché, secondo una leggenda, “in America non ci sono i gatti”. Durante il tragitto in mare da Amburgo fino agli Stati Uniti, però, Fievel cade in mare. Una volta arrivato alla meta, mentre la sua famiglia crede di averlo perso per sempre, il piccolo Toposkovich farà di tutto per ricongiungersi con essa. Una pellicola a cui sono seguiti altri capitoli, anch’essi consigliati, ma non senza prima aver goduto del primo capitolo.

E tu, quale film da Natale vorresti consigliare?

Questo è un breve elenco di alcune opere cinematografiche non disneyiane godibili durante le feste natalizie. Hai anche tu qualche suggerimento? Iscriviti alla nostra community Facebook e facci sapere il tuo consiglio nel giorno dell’#OffTopoDay.

unisciti alla community ventenni paperoni

Angelo Andrea Vegliante

Fonte immagini: nowtv; amazon; Duck.

Angelo Andrea Vegliante

Romano, classe 91, bilaureato in comunicazione e giornalismo. Giornalista pubblicista, speaker radiofonico, videoreporter e, all'occorrenza, imitatore di Paperino.