Crea sito
Due epoche si scontrano: Tutto questo accadrà ieri

Due epoche si scontrano: Tutto questo accadrà ieri

Epoche a confronto

Come saprete, esattamente un anno fa il nostro topo preferito ha compiuto la bellezza di novant’anni.

Topolino ha un’età molto longeva, avendo attraversato diverse epoche storiche e relativi cambiamenti. Se consideriamo il panorama dell’editoria internazionale, infatti, ci rendiamo conto di quanto sia lunga la sua storia editoriale. Anche Tex, serie a fumetti incentrata sull’omonimo personaggio, talvolta criticata per la monotonia delle storie moderne, è più “giovane” di lui. Eppure, nonostante i venti compleanni in più, Topolino non è (quasi) mai stato vittima di queste critiche. Ciò è dovuto alla sua capacità di plasmarsi a seconda delle richieste di ogni epoca. Constatare la veridicità di questa affermazione è semplice, basta sfogliare poche pagine di una qualsiasi storia di Floyd Gottfredson, per notare le differenze con le sceneggiature odierne. La morte, e in generale gli argomenti considerati per adulti, non sono celati, ma anzi, gli autori li affrontavano continuamente nella più totale tranquillità.

Nel corso degli anni la Disney ha dovuto effettuare numerosi cambiamenti per ampliare il target dei lettori. Questo cambio radicale ha comportato la creazione di un Topolino con le stesse fattezze, ma con una psiche completamente diversa. Questi due personaggi- il Topolino del passato e quello del presente- sono sempre rimasti ben distinti e separati l’uno dall’altro. Almeno fino al 2015, quando sul numero 3130 viene pubblicata la storia Tutto questo accadrà ieri, per l’87° compleanno del topo. 

La sceneggiatura e i disegni sono di Casty, con alcuni aiuti nel reparto artistico forniti da Massimo Bonfatti. La trama riserva fino all’ultimo colpi di scena mozzafiato. Quindi per non rovinare la lettura a quei pochi (spero) che ancora non l’hanno recuperata, la mia analisi sarà priva di spoiler sul finale. Ma qualche dettaglio di trama della prima parte sarò costretto a svelarla per forza, quindi se siete tra i puristi delle zero anticipazioni, fate attenzione.

 

epoche

Le prime vignette ci mostrano un losco individuo

Chi altri se non Pietro Gambadilegno? L’eterno rivale di Topolino è impegnato in una visita psichiatrica.  Durante questa, racconta un sogno che da alcune notti lo tormenta. Nel sogno appare lui stesso prossimo alla conquista del mondo,  che però sul finale viene impedita da Topolino. Grazie ad un macchinario, lo psichiatra intuisce che tutto ciò non è un sogno, ma un ricordo presente all’interno della mente del buon Pietro.
Solo in quel momento gli inizieranno a tornare alla mente i fatti. Immediatamente il gattone capisce che non c’è un minuto da perdere, se vuole davvero portare a termine il suo piano iniziato nel passato.

Cambio di scena. Topolino sta per festeggiare il suo compleanno con Minni, che lo sta aspettando a casa. Ci viene mostrato mentre parla con Pippo, che all’improvviso ricorda di dover svolgere in quel preciso giorno due compiti molto importanti, a sua detta affidatigli anni prima da un tipo molto bizzarro: il primo consiste nel consegnare  a Topolino uno smartphone, nella cui memoria è presente un unico file, un video di un Pippo molto più giovane che ricorda al nostro protagonista che, in quel suo specifico compleanno, dovrà recarsi nel luogo da cui sta registrando, ovvero la Topolinia di circa ottantacinque anni prima.

epoche

Il messaggio risulta sconvolgente sia perché in quell’epoca non esisteva alcun tipo di smartphone, sia perché l’unico modo di cui Topolino è a conoscenza per tornare nel passato è la macchina del tempo custodita da Zapotec e Marlin nei sotterranei del Museo, ma non vede il motivo di utilizzarla in quel determinato momento. Prova quindi a chiamare i due professori per cercare di capire cosa stia succedendo, ma proprio in quel momento riceve una telefonata da Pietro, che gli comunica di aver catturato Minni, e di tenerla prigioniera alle rovine del faro.

Topolino corre sul posto e scopre che Gambadilegno non vuole un riscatto in denaro per liberare la dolce donzella bensì la semplice presenza del nostro eroe in quel preciso punto fino a mezzanotte, perché, a detta sua, questo gli permetterebbe di conquistare il mondo. Topolino inizia quindi a collegare gli eventi insoliti accaduti fino a quel momento. Capisce che, se non tornasse nel passato, il mondo potrebbe correre un gravissimo pericolo.

Improvvisamente sbucano dal sottosuolo Zapotec e Marlin, intenti a sistemare la nuova base per la macchina del tempo. A quel punto Topolino, con molta cautela, vista la condizione precaria della sua fidanzata, riesce a fornire le coordinate ottenute poco prima ai professori e ad infilarsi nel marchingegno prima che Pietro possa interferire.

Questo è solamente l’incipit della storia che raggiunge i suoi picchi narrativi nelle sequenze ambientate nel 1930 (circa). Per evitare ulteriori spoiler cercherò di spiegare i veri motivi per cui “Tutto Questo Accadrà Ieri” è una pietra miliare del fumetto Diney moderno, riassumendo il tutto in due punti fondamentali:

Primo punto

La forte contrapposizione tra presente e passato. Questo tema, che alla fine è la colonna portante di tutta la trama, è molto rimarcato soprattutto nelle prime vignette ambientate nella Topolinia dei “ruggenti” anni Trenta. I due topi vengono subito messi a confronto, e si nota all’istante la principale differenza, ovvero la sregolatezza del Topolino passato. Certo, ciò potrebbe essere stato pensato da Casty per mettere in evidenza la giovinezza del personaggio e, se vogliamo, l’incoscienza tipica di quell’età.

A parer mio queste caratteristiche servono a rappresentare tutto il movimento fumettistico Disney dell’epoca, che come detto nell’introduzione, possedeva regole molto meno rigide riguardo ai contenuti.

Secondo punto

La presenza di un vero antagonista: Pietro, come quasi in tutte le storie sceneggiate da Casty, ricopre il ruolo di antagonista puro e cattivo, ruolo che solitamente ricopre Macchia Nera. Ma qui Gambadilegno si supera, e cerca di realizzare i suoi due maggiori scopi (possedere il mondo e il guadagno facile) con un solo progetto. Infatti, oltre all’assoggettamento della massa, ordisce nello stesso momento una gigantesca truffa economica, che gli frutta somme molto ingenti di denaro. E tutto questo mentre l’intera Topolinia crede che finalmente sia una persona per bene, senza riuscire a vedere ciò che realmente nasconde.

epoche

Tutto Questo Accadrà Ieri” è un must have (o almeno un must read) per tutti gli appassionati del fumetto Disney. Il Topolino di Casty è ciò che di più vivido e puro un fan può aspettarsi sule pagine del Topo dei giorni nostri.

Alberto Giacomelli

 © Disney

Fonti

https://inducks.org/story.php?c=I+TL+3130-1P&search=tutto%20questo%20accadrà%20ieri

https://inducks.org/story.php?c=I+TL+3280-6P&search=tutto%20questo%20accadde%20domani

Lascia un commento

Close Menu