Know Your Panel: Pippo il bestemmiatore

Oltre la vignetta

Qualche giorno fa sulla nostra pagina è stata pubblicata una vignetta tratta da una storia del 1935. La storia in questione, Topolino giornalista (clicca qui per il link inducks) è stata scritta e disegnata da Floyd Gottfredson, sceneggiata da Ted Osborne e inchiostrata da Ted Thwaites.

 

Molti utenti si sono domandati se questa vignetta fosse reale oppure frutto di modifiche. Ed ecco una  rubrica per rispondere alla vostra domanda, in cui analizzeremo le vignette dei fumetti Disney più note per scoprire cosa si nasconde oltre il semplice meme.

Know Your Panel nasce proprio dalla necessità di spiegare il senso di illustrazioni che spesso diventano dei meme, oppure reaction pic, fenomeno che permette a queste vignette di essere riadattate a nuovi contesti, di veicolare nuovi significati, di diffondersi sul web e in particolar modo sui social. Quando questo accade le vignette spesso perdono il loro significato originario, si allontanano dal contesto iniziale a causa dell’isolamento della vignetta dalla storia.

Il significato originario

In questo caso specifico parliamo di una storia scritta da Floyd Gottfredson, per cui il significato originario della frase pronunciata da Pippo è da ricercarsi nella vignetta in lingua originale.

pippo 2

Letteralmente l’espressione utilizzata da Pippo “cuss like the Dickens” significa “imprecare come i demoni”, quindi “bestemmiare come un turco” è una traduzione molto fedele dell’originale, e sebbene per motivi culturali in italiano sia stata riadattata utilizzando una metafora differente i significati delle due traduzioni si equivalgono.

La censura e i successivi riadattamenti

Il testo originario è stato tradotto nel 1935 da Nerbini, nello stesso anno in cui la storia veniva pubblicata negli Stati Uniti.

Una traduzione così spinta, come potrete immaginare, non è stata mantenuta nelle successive ristampe della storia, ma è comunque rimasta immutata fino agli anni Ottanta, quando venne riadattata con una nuova traduzione edita da Mondadori, casa editrice che si è occupata di modernizzare la traduzione apportando varie modifiche, tra cui eliminare la colorita espressione “bestemmiare come un turco” divenuta ormai poco adatta allo spirito dei personaggi Disney, a favore della più pacata espressione “sono un ficcanaso e non mollo la preda”, molto meno fedele alla traduzione originaria.

 

 

pippo 1

Ed ecco svelato il mistero della vignetta in cui Pippo afferma di saper bestemmiare come un turco.

Spesso analizzando i vari adattamenti delle storie a fumetti riusciamo a comprendere quanto i personaggi Disney siano cambiati in merito agli usi, ai costumi, alla cultura della società in cui le storie venivano scritte o tradotte.

Frasi che oggi sembrano talmente strane da farci balenare nella mente il pensiero che possano essere frutto di fotomontaggi, ieri passavano del tutto inosservate perché più vicine a quello che era lo spirito dell’epoca e rileggendole oggi in forma originale possiamo renderci conto dei diversi significati che una semplice frase o traduzione può assumere semplicemente in base a quella che è la cultura del tempo.

Fonti

https://paperpedia.fandom.com/it/wiki/Topolino_giornalista

Giulia Donatelli, da un’idea di Mattia Del Core 

Precedente 1969: lo sbarco sulla Luna sbarca sul Topo Successivo Dracula parlerà americano

Lascia un commento