Crea sito
Bum Bum Ghigno o l’elogio del disagio

Bum Bum Ghigno o l’elogio del disagio

Dentoni e tamarindo

Sono una disagiata. Spesso non so quale sia il mio posto nel mondo, spesso mi sento inadatta al contesto che mi circonda. E nell’universo del fumetto Disney c’è un personaggio per cui provo l’empatia più totale, in cui mi identifico, che mi capisce, mi consola e mi rappresenta. Non perché io indossi camicione a quadri, non ho sopracciglia incolte (non sempre, dai) e non bevo tamarindo. È Bum Bum Ghigno, l’eroe del disagio moderno, il portabandiera di tutto ciò che non bisognerebbe mai fare: “con Bum Bum tutto si esaspera fino a raggiungere il paradosso surrealedice Corrado Mastantuono, il suo creatore. Ma allora dov’è la differenza con Paperoga? Ecco, mentre Paperoga è puro caos, nonsense, Bum Bum è inadeguatezza, è disagio, è la macchia sul vestito della festa, la rucola incastrata tra i denti. Il disagio, insomma: chiaro, no?

Bum Bum disagio geografico
Disagio geografico

Bum Bum Ghigno esce dalla matita di Mastantuono senza un progetto preciso, sostanzialmente per caso, e proprio questo “per caso” è diventato il suo marchio di fabbrica.
Quindi perché ci piace così tanto? Qui c’è la mia personalissima lista stilata in anni di letture del Topo e rinfrescata or ora grazie alla Bum Bum Extra Edition gentilmente donatami di recente (e di cui Federico Santini ci aveva già diffusamente parlato qui):

Perché ci piace così tanto?

  • Perché è sinceramente sgradevole, non ha nessuno di quei difetti teneri che in fondo in fondo si fanno amare, è ruvido, meschino e a tratti decisamente antipatico. Non a caso nasce come personaggio “cattivo”👇.

Bum Bum esordi cattivo
Un giovanissimo Bum Bum in “Paperino e la macchina della conoscenza”
Perché non ha la più pallida idea del perché si trovi dov’è, né tantomeno sa in che direzione stia andando la sua vita. Eppure va. Come il bombo (sì, non è il calabrone) che non sa di non poter volare eppure vola lo stesso, il nostro dentone è inadatto alla vita ma ci prova ugualmente con tutte le sue forze. E questo ha un non so che di epico.

Bum Bum disagio
Bum Bum e il disagio quotidiano

 

  • Perché è fondamentalmente scorretto, immodesto, iracondo e immensamente orgoglioso

Bum Bum immodestia alieni
Tipico esempio di immodestia à la Bum Bum

  • Perché soffre dei suoi bravi complessi di inferiorità, come chi ha parenti/amici/cugini fascinosi o di successo. Il corrispettivo Gastoniano si chiama Mary Jane, ed è la cugina di Bum Bum. È bionda, bella, alta e oltremodo attraente. (Come se ci fosse bisogno di ulteriori complessi, n.d.r.)
  • Perché non sa prendere decisioni e, quando lo fa, prende la decisione sbagliata. Anche e soprattutto in campo sentimentale. Tutti abbiamo una Marlene. Tutti abbiamo una metà della mela con cui sembrava funzionare e che però abbiamo lasciato senza apparente motivo. Ci manca? Quando mangiamo la minestra, no.

Di amori e altri disagi

👆 Il Bum Bum degli esordi è molto diverso dal personaggio che i più conoscono. Nonostante un inizio all’insegna di una decisa antipatia, presto il nostro eroe lega con il duo Paperino-Archimede, e Paperopoli vede nascere così un improbabile trio.

Marta Leonardi

Immagini © Disney

Marta Leonardi

Romana, ama di un amore smisurato i gatti, le lucine e i pastelli. Adora: le storie con Paperino, parlare di sé in terza persona, scrivere liste di tre cose. Va presa a piccole dosi, meglio (per voi) se con un sorso di Spritz.
Close Menu