Crea sito

Era il 18 settembre 1987, quando Disney Channel mandò in onda una serie che era attesa da quarant’anni, da quel dicembre del 1947 che vide il debutto di Paperon de’ Paperoni, solo e arcigno come poche volte sarà in futuro, bofonchiare su una poltrona della sua magione. Nel frattempo, il “riccastro” si fece conoscere nelle sue mille sfaccettature: miliardario, tirchio, avventuriero, nostalgico, d’azione, irascibile come il nipote, arguto come i nipotini. Un personaggio a tutto tondo! Era quindi normale che, prima o poi, si decidesse di offrirgli il ruolo di protagonista in uno show tutto suo che durerà 100 episodi: Ducktales!

Uncle_Scrooge_1st
La prima apparizione di Zio Paperone.
UN NUOVO INIZIO

Passano altri anni e Zio Paperone festeggia settant’anni. In suo onore la Disney Television Animation rimette in scena i personaggi di Ducktales per una nuova serie che in questi giorni ha visto la prima stagione concludersi, con un totale di 25 episodi e di cui già sappiamo avremo un seguito.

DT_Locandina_2

La storia riparte da zero, fin dal primo incontro tra i nipotini e lo Zione raccontato da Don Rosa nel dodicesimo capitolo della sua Life and Dimes of Scrooge McDuck; ma non basta rinarrare. Una delle prime premesse, che mette davanti questa nuova serie, è l’ambientazione e la chiave di lettur, abbandonando molti dei punti di riferimento che le serie a fumetti ci avevano regalato negli anni. Paperino vive in una barca che ricorda tanto quella di The wise little Hen (1934) con i suoi nipotini Qui, Quo e Qua, dotati, per la seconda volta nella loro carriera di tre personalità distinte, come in quel Quack Pack spin-off della serie originale. Paperino è uno zio apprensivo e non ce la fa a lasciarli soli mentre va a fare un colloquio; così decide di relegarli ad un parente che non vede da una vita, da quell’incidente di tanti anni fa che…

Non ci vuole molto perché l’intraprendenza dei nipotini faccia colpo sullo Zione; ci vuole giusto un’avventura ad Atlantide! Il gruppo consta di sei elementi; oltre alla famiglia papera vediamo il ritorno di due paersonaggi molto amati: Gaia e Jet McQuack! Gli antagonisti? Facce nuove al servizio di una vecchia nemesi: Cuordipietra Famedoro… o forse non solo di oro, visto che negli ultimi trent’anni sembra aver messo su qualche chilo. L’avventura è delle più classiche, ma si inizia a porre semi che distingueranno profondamente questa serie dalla precedente.

Flintheart_Glomgold_DT
Cuordipietra Fame… doro?

Prima di tutto c’è l’introduzione di una trama orizzontale. Fin dai primi due episodi, fin qui raccontati, abbiamo l’introduzione di un grande mistero di famiglia: che fine ha fatto Della Duck? E qualcuno si chiederà: ma chi è?! Della è nientepopodimeno che la madre di Qui, Quo e Qua, nata, di nome, sulle strisce di Al Taliaferro, vissuta tra gli appunti perduti di Carl Barks e comparsa nella succitata opera di Don Rosa. Ma poi? Un personaggio che non ha mai fatto nulla, a causa del grande tabù disneyano di rappresentare genitori di personaggi principali. O forse perché sembrava non avesse nulla da dire. Non era di questo avviso il nostrano Francesco Artibani, intenzionato a reintrodurla in una sua storia, e non lo erano Matt Youngberg e Francisco Angones, autori della serie animata.

Della_Duck_DT
La serie a fumetti esplora il passato da avventurieri di Paperone, Paperino e Della.

Il filone narrativo procede a salti, intermezzato da episodi di sana routine e antagonisti di sorta. Torna la Banda Bassotti di Ma’ Beagle, ma anche un particolarmente acido Archimede Pitagorico ed il suo matto aiutante Edi. Torna Gastone, antipatica antitesi di Paperino e tornano i Terrafermini. Nuovi nemici si fanno avanti e nascono piccole saghe che si intersecano fra loro, come quella di Mark Beaks, giovane ricco e appassionato tecnologico, senza scrupoli e mortalmente interessato a mettere le proprie mani sull’armatura che Fenton Paperconchiglia indossa come l’eroe Robopap. E nel frattempo una nuova minaccia si fa strada…

… LA MINACCIA DI AMELIA!
Magica_Shadow_DT
Amelia, confinata nelle ombre, appare.

L’antagonista principale della stagione è la strega Amelia. Come scopriremo solo alla fine, durante l’ultimo scontro con Paperone, finì sigillata nella Numero Uno ed ora minaccia vendetta attraverso la reticente alleata Lena. Nella seconda metà della serie le due trame principali vanno intersecandosi, così, tra il ritorno di Doretta Doremì, dei genitori di Paperone e Capitan Massacro, gli ultimi tre episodi vedono il vertice della serie.

Messo alle corde, Paperone rivela il suo passato e l’incidente che interruppe ogni legame con Paperino: la scomparsa di Della Duck. Iperattiva quanto i figli, l’avventuriera aveva lasciato il trio e le piume delle sue piume per un’ultima avventura nello spazio. Lo shuttle incontrò una tempesta di fulmini e andò disperso. Lo Zione fece di tutto per recuperarla, ma senza riuscirci. Lo shock della rivelazione è tale che la famiglia si disgrega e il miliardario torna ad essere, ancora una volta, solo e arcigno, a bofonchiare su una poltrona della sua magione.

Uncle_Scrooge_DT_Alone
Zio Paperone, nuovamente solo.

È nel contesto di un Zio Paperone più debole che mai, nuovamente privo della famiglia e ancorato al pensiero che “…la famiglia non porta che problemi“, che Amelia sferra il proprio attacco finale. Riottenuto il proprio corpo e al pieno della propria potenza, asserve le ombre di tutta Paperopoli e si erge nel deposito come autrice della disfatta del suo acerrimo nemico, sigillato nella moneta. Ma la famiglia è la famiglia e i paperi sono pronti al contrattacco.

Magica_DT
Un’Amelia molto… “Maleficent“.

L’assalto ad Amelia richiama lo scontro con Merlock in Zio Paperone alla ricerca della lampada perduta. Come allora, il campo di battaglia è proprio il deposito distrutto e lo scontro è un tutti contro uno; sarà infatti un gioco di squadra tra la famiglia dei paperi, Jet, Gaia e Lena a decretare la fine, costringendo la strega alla fuga. La famiglia è infine riunita e la notizia si diffonde fin sul televisore di uno shuttle sulla Luna, dove proprio Della Duck osserva.

Don_Don_DT
Doppiato da Don Cheadle, Paperino ha un suo grido di battaglia: “These ducks don’t back down!
CONSIDERAZIONI GENERALI

La dove non è concesso osare ai fumetti, osa l’animazione. Con questa premessa, che non ha alcuna intenzione di denigrare l’eccellente mezzo del fumetto, forse ha approcciato la casa madre al progetto. Con l’intento di rilanciare una faccia dell’universo Disney che in US non ha la stessa potenza che in Italia, Ducktales decide di rivoluzionare completamente questo mondo violando qui e lì dogmi e paradigmi decennali. Il risultato è prima di tutto un prodotto con le giuste caratteristiche moderne, che sa reggere una trama orizzontale senza smettere di ammiccare al bagaglio culturale che si porta dietro. Questo approccio post-moderno è probabilmente la chiave del successo di questa serie. Personaggi vecchi vengono rielaborati in maniera tale da poter provocare empatia nello giovane spettatore, così da poter ricreare quel legame che noi fan di lunga data sentiamo con la già affermata realtà cartacea.

Questa serie è destinata a spaccare in due il fandom dei paperi proprio a causa di questo approccio multiforme ed in evoluzione. Si tratta, però, di un prodotto tecnicamente ben fatto e che, a prescindere dalle nostalgie di chi si lamenterà, si erge tra i migliori prodotti televisivi Disney.

Scrooge_HDL_DT
Paperone ed i nipotini.

È impossibile approcciare a questa serie senza lanciare un’occhio su Quo. Se fino ad oggi i tre nipotini giocavano il ruolo di personaggio unico, la distinzione tra le personalità ha fatto sì che questo personaggio spiccasse tra gli altri, soprattutto a causa dei sentimenti di disagio che costantemente prova nei confronti delgi altri. È infatti il gap generazionale con gli zii e il desiderio di prevalsa/protezione verso i fratelli a generare gran parte dei conflitti degli episodi. Dall’altro lato dell’asta abbiamo invece Paperone, figlio del suo tempo, afflitto dalla perdita della nipote e stoico simbolo di un passato che sembra non tornare. I due personaggi, fin dal primo episodio si scontreranno molteplici volte, fino alla disfatta familiare. Ad intervenire saranno Paperino e Gaia, personaggi che, a causa delle proprie perdite e mancanze, desiderano fortemente una famiglia riunita e con la propria volontà porteranno alla conclusione positiva delle vicende.

IL FUTURO È GIÀ QUI (MA ANCHE QUO E QUA)
3_Caballeros_DT
I tre Caballeros marciano assieme ancora una volta!

Come già anticipavamo in altra sede, già sono stati rivelati elementi della seconda stagione. Per lo più si tratta dei character design di personaggi vecchi e nuovi. Assisteremo al ritorno di Bubba il cavernicolo e Dijon dalla serie originale, di Panchito e José Carioca da Los Tres Caballeros e di Rockerduck e Paperoga dai fumetti di Barks e quelli italiani. Infine, avventure in maschera vedranno Miss Beakley vestita da Darkwing Duck e alcuni personaggi in un’atmosfera da… Westworld!

RIMETTIAMO IN ORDINE

È allo stesso tempo un piacere ed un dovere segnalare qui un glorioso progetto dei nostri amici de La Tana del Sollazzo, che si sono fatti carico di tradurre in italiano e fornire i sottotitoli per tutti gli episodi della serie. Per chi ancora non ne avesse usufruito, invitiamo a farlo subito, sbaraquack!

Riportiamo qui, infine, l’ordine corretto nella visione degli episodi, che è venuto a mancare nella messa in onda, senza pregiudicarne comunque il godimento.

01 Woo-oo!
Escape to/from Atlantis (Woo-oo! Seconda parte)
02 Daytrip of Doom!
03 The impossible summit of Mt. Neverrest
04 The Great Dime Chase!
05 The Beagle Birthday Massacre!
06 The House of the Lucky Gander!
07 The Infernal Internship of Mark Beaks
08 The Living Mummies of Toth-Ra
09 Terror of the Terra-firmians
10 McMystery at McDuck McManor
11 The Spear of Selene
12 The Missing Links of Moorshire
13 Beware the B.U.D.D.Y System!
14 Day of the Only Child
15 Jaws
16 The Golden Lagoon of White Agony Plains!
17 From the Confidential Casefiles of Agent 22
18 Sky Pirates in the Sky
19 The Other Bin of Scrooge McDuck
20 Who is Gizmoduck?
21 The secrets of Castle McDuck
22 The Last Crash of the Sunchaser
23 The Shadow War

Webby_Boar
Mettiamo in ordine, appunto.

Kappa Jack.

Kappa Jack

Jihed Khaled all'anagrafe, studente della Scuola Internazionale di Comics di Napoli e aspirante fumettista per Topolino e la Sergio Bonelli Editore. Membro dei Ventenni Paperoni dalla prima ora, moderatore, articolista e caporedattore del sito.
Chiudi menu